40’000’000

Creazione di valore locale

Quando acquista prodotti e servizi Raiffeisen tiene conto della sostenibilità sociale ed ecologica per tutta la catena di creazione del valore.

Raiffeisen fornisce un contributo al finanziamento della collettività svizzera. Come risulta in modo evidente dal conto del valore aggiunto, ciò avviene da un lato direttamente tramite imposte e tasse, dall'altro lato indirettamente tramite la remunerazione delle quote dei soci e, in misura molto maggiore, tramite la creazione di posti di lavoro locali.

Conto del valore aggiunto 

 

2016 in milioni di CHF

2015 in milioni di CHF

2016 in %

2015 in %

Origine del valore aggiunto

 

 

 

 

Risultato societario (= ricavi netti)

3’108

3’016

100.0

100.0

Altri costi d’esercizio

-606

-558

19.5

18.5

Ricavi straordinari

75

67

2.4

2.2

Costi straordinari

-4

-3

-0.1

-0.1

Valore aggiunto lordo

2’573

2’522

82.8

83.6

Rettifiche di valore su partecipazioni nonché ammortamenti su immobilizzazioni materiali e valori immateriali

-260

-181

8.4

6.0

Variazioni di accantonamenti e altre rettifiche di valore nonché perdite

-6

-4

0.2

0.1

Valore aggiunto netto

2’307

2’337

74.2

77.5

Ripartizione del valore aggiunto

 

 

 

 

Collaboratori (spese per il personale)

1’380

1’329

59.8

56.9

Soci (remunerazione delle quote sociali: proposta all’AG)

44

34

1.9

1.5

Mano pubblica

174

201

7.5

8.6

di cui imposte sugli utili pagate

153

164

6.6

7.0

di cui costituzione/scioglimento di accantonamenti per imposte latenti

21

37

0.9

1.6

Rafforzamento delle riserve (autofinanziamento)

709

773

30.7

33.1

Totale

2’307

2’337

100.0

100.0

Indici sul valore aggiunto

 

 

 

 

Valore aggiunto lordo per ogni posto di lavoro a tempo pieno in migliaia di CHF*

277

275

 

 

Valore aggiunto netto per ogni posto di lavoro a tempo pieno in migliaia di CHF*

249

255

 

 

Numero di posti di lavoro a tempo pieno (in media)

9’281

9’157

 

 

* Calcolato sul numero medio di collaboratori

Acquisti e riciclaggio

Per i suoi acquisti Raiffeisen punta su fornitori locali; la maggior parte del volume proviene da fornitori svizzeri.

Il controllo della sostenibilità nella catena di fornitura viene continuamente ampliato. A questo scopo per gli oltre 40 gruppi di merci vengono formulati opportuni principi di acquisto con corrispondenti criteri. La verifica di possibili partner di outsourcing comprende circa una dozzina di criteri di sostenibilità. Anche i fornitori devono soddisfare criteri ambientali e sociali, oltre a quelli economici. L'obiettivo è radicare entro il 2020 i principi di acquisto nel 50 per cento dei contratti di fornitura gestiti centralmente. L'attuazione si svolge nell'ambito dei periodici rinnovi dei contratti.

Le direttive contro la corruzione valgono per l'intero Gruppo Raiffeisen e rivestono grande importanza soprattutto nei settori edilizia e acquisti. Le procedure di appalto sono standardizzate.

Il Gruppo Raiffeisen consuma ogni anno circa 1'010 tonnellate di carta, che per la prima volta vengono considerate nel bilancio CO2. Entro il 2018 Raiffeisen intende servirsi solo di carta fabbricata in modo sostenibile e produrre la maggior parte degli stampati con impatto zero sul clima. Il recupero della carta è garantito centralmente attraverso un partner esterno per tutte le unità di Raiffeisen Svizzera, per la maggioranza delle sedi delle società del Gruppo e per circa i due terzi delle Banche Raiffeisen.

Efficienza energetica e delle risorse nel parco edifici e nei trasporti

Il 100 per cento della corrente elettrica Raiffeisen proviene da energie rinnovabili svizzere. Nell'esercizio precedente il consumo energetico degli edifici per riscaldamento ed elettricità è stato di 70 GWh e ammonta oggi a 72 GWh. Per ogni collaboratore e anno, il consumo energetico degli edifici ammontava a 7'480 kWh.

Il Gruppo Raiffeisen è responsabile dell'emissione di gas serra in primo luogo attraverso il consumo energetico degli edifici (elettricità e riscaldamento) e gli spostamenti di lavoro (traffico automobilistico, pubblico e aereo). Questi consumi di energia e di risorse costituiscono assieme circa due terzi dell'impronta ecologica del Gruppo bancario.

Entro il 2020, Raiffeisen punta a ridurre le emissioni del 30 per cento rispetto al 2012. Le misure più importanti in questo senso sono l'utilizzo di elettricità derivante da energie rinnovabili, il miglioramento dell'efficienza energetica nell'IT e il maggiore impiego del teleriscaldamento.

Nel 2016 il bilancio delle emissioni dei gas serra è migliorato anche se le emissioni indicate sono cresciute di 2'607 tonnellate, attestandosi a 17'036 tonnellate di CO2 equivalente. Questo aumento è dovuto al rilievo di nuovi consumi. Al netto di queste categorie, registrate per la prima volta, le emissioni sono diminuite dell'1.3 per cento a 14'206 tonnellate.

Nella costruzione di stabili delle Banche, Raiffeisen fa riferimento allo Standard Costruzione sostenibile Svizzera (SNBS). Pertanto, il risanamento iniziato nel 2017 alla Vadianstrasse 17, nella sede principale di San Gallo, e la nuova sede del Forum a Berna, corrispondono a questo standard.

Indici ambientali

Categoria

Unità

Raiffeisen Svizzera e società del Gruppo

Banche Raiffeisen (Banche incluse nella rilevazione)

Stima (Banche non incluse)

Gruppo Raiffeisen (totale)

Gruppo Raiffeisen variazione in %

Gruppo Raiffeisen (totale) per unità di personale

Energia per edifici (totale):

kWh

17’235’000

23’236’000

31’761’000

72’231’000

4

7’481

Elettrica

kWh

13’854’000

12’235’000

11’907’000

37’995’000

-3

3’935

di cui energia elettrica da energie rinnovabili

kWh

13’854’000

12’235’000

11’907’000

37’995’000

-3

3’935

Energia termica

kWh

3’381’000

11’001’000

19’854’000

34’236’000

12

3’546

di cui energia termica da energie rinnovabili

kWh

646’000

646’000

12

67

di cui fonti di energia fossile

kWh

2’945’000

9’057’000

19’854’000

31’856’000

10

3’299

di cui teleriscaldamento

kWh

435’865

1’298’000

1’734’000

98

180

 

 

 

 

 

 

 

 

Viaggi di affari (totale)

km

13’072’000

2’055’000

2’531’000

20’166’000

2

2’088

di cui trasporto pubblico (ferrovia, bus, tram)

km

3’529’000

998’000

1’739’000

7’262’000

52

752

di cui traffico stradale autovetture (veicoli privati)

km

2’046’000

1’057’000

792’000

3’949’000

12

409

di cui traffico stradale autovetture (veicoli aziendali)

km

4’204’000

 

4’204’000

-37

435

di cui traffico stradale corrieri

km

2’991’000

2’991’000

-27

310

di cui traffico aereo passeggeri

km

246’000

430’000

367

45

di cui traffico aereo merci

tonnellate- chilometro

746’000

746’000

16

77

 

 

 

 

 

 

 

 

Emissioni di gas serra da energia e trasporto *

t.CO 2 eq

8’092

3’273

5’672

17’036

18

1.76

di cui scope 1

t.CO 2 eq

1’424

2’100

4’030

7’554

-3

0.78

di cui scope 2

t.CO 2 eq

36

107

0

143

99

0.02

di cui scope 3

t.CO 2 eq

6’632

1’066

1’641

9’339

42

0.97

* Vengono rilevate le fonti di emissioni rilevanti per il consumo energetico e i viaggi d’affari di Raiffeisen. Le tre categorie delle basi di rilevazione sono: – scope 1: emissioni dirette di gas serra da fonti fisse all’interno dell’azienda stessa, per esempio riscaldamento o veicoli propri – scope 2: emissioni indirette di gas serra derivanti dalla generazione di energia all’esterno dell’azienda, per esempio energia elettrica e teleriscaldamento – scope 3: altre emissioni indirette di gas serra all’esterno dell’azienda da processi a monte o a valle, per esempio viaggi d’affari in treno o fasi preliminari della fornitura di energia Il calcolo delle emissioni di gas serra si basa sui fattori di emissione degli indicatori VfU 2010 e del database Ecoinvent 2.1.

Il consumo di energia e le connesse emissioni di CO2 per viaggi d'affari e di servizio sono minori rispetto al consumo energetico degli edifici, dovranno tuttavia essere ridotti ulteriormente. Sono in tal senso essenziali misure di sensibilizzazione sull'utilizzo dei mezzi pubblici. La preferenza di questi ultimi rispetto al trasporto individuale è stabilita nel Regolamento del personale. I veicoli di riferimento previsti nella flotta di Raiffeisen Svizzera sono autovetture con categorie di emissione inferiori a 130 g CO2/km, così da ridurre a lungo termine la media della flotta.