Andamento degli affari di Raiffeisen Svizzera

Il 2018 è stato per Raiffeisen Svizzera l'anno dell'elaborazione e del nuovo inizio. Con un'indagine indipendente e il rinnovamento del personale in seno al Consiglio di amministrazione e alla Direzione, Raiffeisen Svizzera ha posto le basi del suo futuro sviluppo. Con l'introduzione del nuovo sistema bancario core, è stato semplificato sensibilmente il panorama IT del Gruppo ed è stata posta un'importante base per guadagni in termini di efficienza e futuri progetti di digitalizzazione. Con la vendita di Notenstein La Roche Banca Privata a Vontobel, Raiffeisen Svizzera ha quasi completato la separazione delle strutture aziendali. L'utile registrato ammonta a CHF 35.2 milioni. Tuttavia, nel 2018 hanno suscitato interesse in particolare la procedura penale nei confronti dell'ex Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera, Dr. Pierin Vincenz, e la procedura di enforcement della FINMA nei confronti di Raiffeisen Svizzera.

Nell'anno in rassegna Raiffeisen Svizzera ha realizzato un utile di esercizio di CHF 42.5 milioni. L'utile si attesta al livello dell'esercizio precedente. Tuttavia, sono state sciolte riserve per rischi bancari generali per un ammontare di CHF 250.2 milioni. Nell'ambito di una nuova valutazione del valore effettivo delle partecipazioni e del previsto acquisto di ARIZON Sourcing SA, si è proceduto alla costituzione di considerevoli rettifiche di valore e accantonamenti. Questi effetti straordinari per un totale di CHF 292 milioni si riflettono in diverse voci del conto economico. Il passaggio a un approccio di valutazione più prudente per il Gruppo PMI Capitale ha comportato rettifiche di valore e accantonamenti per circa CHF 149 milioni. Di cui CHF 117.8 milioni figurano per le rettifiche di valore per rischi di credito, CHF 6 milioni per le rettifiche di valore sulle partecipazioni e CHF 25 milioni per gli altri accantonamenti. In relazione alla posizione di partecipazione in Leonteq AG è stato contabilizzato un adeguamento del valore di CHF 54.1 milioni. Per questa partecipazione vi è stata una rettifica del valore contabile, poiché al giorno di riferimento il valore di mercato era inferiore rispetto a quello dell'esercizio precedente. Ulteriori rettifiche di valore e accantonamenti, di circa CHF 27.1 milioni, si riferiscono a rettifiche di valutazione su diverse partecipazioni, in particolare a seguito del coerente passaggio al metodo basato sul valore reale. Gli accantonamenti relativi all'acquisto di ARIZON Sourcing SA ammontano a circa CHF 69 milioni.

Il totale di bilancio è diminuito di CHF 6 miliardi, attestandosi a CHF 47.6 miliardi. I motivi della riduzione del bilancio sono da ricondurre principalmente alla migrazione al nuovo sistema bancario. Nell'ottica del passaggio, e allo scopo di facilitarlo, le posizioni interbancarie sono state chiuse, per quanto possibile, a fine anno. All'interno del bilancio sono inoltre di nuovo avvenute importanti ridistribuzioni, essenzialmente per motivi di liquidità.

Conto economico

Ricavi da attività bancaria ordinaria

Il risultato lordo da operazioni su interessi è aumentato di CHF 29.3 milioni (+23.2 per cento), attestandosi a CHF 155.4 milioni. Il ricavo da interessi è stato incrementato nel settore retail e nel settore clientela aziendale nonché nelle operazioni di leasing. Il contributo al risultato della Tesoreria, pari a CHF 43.2 milioni, è stato di poco superiore rispetto all'esercizio precedente a seguito dei costi inferiori del mantenimento delle liquidità. Le variazioni di rettifiche di valore per rischi di perdita e perdite da operazioni su interessi sono aumentate di CHF 124.7 milioni, raggiungendo CHF 126.5 milioni (allegato 14). Le rettifiche di valore sono principalmente riconducibili agli effetti straordinari sopra descritti relativi alle partecipazioni. In particolare incidono le rettifiche di valore riguardanti il Gruppo PMI Capitale, pari a CHF 117.8 milioni. Inoltre, per il leasing beni di investimento è stata contabilizzata una maggiore necessità di rettifiche di valore. Il risultato netto da operazioni su interessi è stato di CHF 28.9 milioni che corrisponde a una diminuzione di CHF 95.4 milioni rispetto all'esercizio precedente.

Il risultato da operazioni su commissione e da prestazioni di servizio (allegato 23) è aumentato, rispetto all'esercizio precedente, di CHF 8 milioni attestandosi a CHF 110.5 milioni. Hanno contribuito a questo andamento positivo, in particolare, i ricavi da operazioni in titoli e da attività d'investimento (+ CHF 3.9 milioni), i ricavi dal traffico dei pagamenti (+ CHF 4.2 milioni) e i proventi da commissioni dalle operazioni di credito (+ CHF 2.9 milioni). I motivi dell'incremento degli utili sono l'aumento del volume degli investimenti collettivi e nuovi accordi tariffari con i partner contrattuali. Mentre, a seguito dei maggiori volumi, l'onere per commissioni è salito di CHF 2.1 milioni a CHF 46.4 milioni.

Il risultato da attività di negoziazione, pari a CHF 78.1 milioni, è risultato inferiore di CHF 1.4 milioni rispetto all'esercizio precedente (allegato 24). Nel 2018 le attività di negoziazione sono state ancora caratterizzate dalla politica dei tassi bassi delle Banche centrali europee (BCE, BoE, BNS). L'anno borsistico 2018 passerà alla storia quale esempio lampante di comportamento emotivo degli investitori – ma anche come anno eccezionale, dato che più o meno tutte le classi d'investimento liquide hanno perso valore. All'inizio, le prospettive di crescita e la situazione politica mondiale erano intatte. I mercati azionari globali sono quindi nettamente cresciuti. Nel quarto trimestre l'umore dei mercati è totalmente cambiato. Il conflitto commerciale irrisolto tra USA e Cina frena l'economia reale con conseguenze negative per i profitti aziendali.

Gli altri risultati ordinari hanno evidenziato una leggera flessione rispetto all'esercizio precedente di CHF 9.5 milioni (-2.1 per cento), attestandosi a CHF 436.3 milioni. Cambiamenti essenziali sono stati il calo dei ricavi per ARIZON Sourcing SA di CHF 9.9 milioni a CHF 62.7 milioni. A seguito della vendita di Notenstein La Roche SA i ricavi da prestazioni di servizio si sono ridotti di CHF 9.3 milioni, scendendo a CHF 17.7 milioni. I proventi per le prestazioni collettive e strategiche di Raiffeisen Svizzera alle Banche Raiffeisen sono diminuiti di quasi il 30 per cento rispetto all'esercizio precedente e ammontano a CHF 41.7 milioni. La focalizzazione sul programma RAINBOW ha generato un calo delle attività progettuali di Raiffeisen Svizzera fatturabili alle Banche Raiffeisen. Per contro gli altri ricavi sono aumentati di CHF 31.3 milioni a CHF 87 milioni.

Negli altri oneri ordinari di CHF 42.9 milioni figurano non solo le spese per l'acquisto dell'infrastruttura IT per le Banche Raiffeisen, ma anche i costi per la produzione di stampati per quest'ultime. L'aumento di CHF 8.7 milioni (+25.3 per cento) va sostanzialmente ricondotto allo sviluppo del sistema bancario core.

Costi d'esercizio

I costi per il personale (allegato 26), pari a CHF 383.8 milioni (aumento dello 0.7 per cento), sono rimasti praticamente costanti rispetto allo scorso esercizio. Alla fine dell'esercizio in rassegna, l'effettivo di Raiffeisen Svizzera contava 2'123 posti di lavoro a tempo pieno, pari a un aumento di undici posti rispetto all'esercizio precedente.

Gli altri costi d'esercizio sono cresciuti di CHF 39.6 milioni (+15.6 per cento) rispetto all'esercizio precedente, attestandosi a CHF 294.3 milioni. A tale aumento ha in particolare contribuito l'incremento dei costi EED di CHF 37.2 milioni, passati a CHF 124.5 milioni, direttamente connesso alla migrazione al nuovo sistema bancario core. Le spese pubblicitarie si attestano allo stesso livello rispetto all'esercizio precedente, mentre quelle legali e i costi di consulenza sono diminuiti di CHF 3.1 milioni, attestandosi a CHF 48.6 milioni. I costi di consulenza in relazione ai progetti sono diminuiti, mentre è aumentata la quota per la consulenza legale. Gli altri costi d'esercizio sono rimasti al livello dell'esercizio precedente.

Rettifiche di valore sull'attivo fisso

Gli ammortamenti ordinari sulle immobilizzazioni materiali sono diminuiti di CHF 4.2 milioni attestandosi a CHF 23.3 milioni. Nell'esercizio in rassegna sono stati effettuati solo ridotti ammortamenti straordinari su immobilizzazioni materiali pari a CHF 2.3 milioni.

Variazioni di accantonamenti e altre rettifiche di valore nonché perdite

Questa posizione è stata fortemente interessata da fattori straordinari. In seguito alla riduzione delle spese di CHF 0.1 milioni nell'esercizio precedente, nel 2018 le nuove costituzioni nette di accantonamenti e altre rettifiche di valore nonché perdite hanno raggiunto un volume di CHF 112 milioni. L'enorme incremento è ascrivibile a tre cause. A copertura di spese per ristrutturazioni connesse alla vendita di Notenstein La Roche Banca Privata SA, sono stati costituiti accantonamenti per oltre CHF 21 milioni. Sui restanti accantonamenti hanno influito soprattutto le imprevedibilità nelle controversie legali nel contesto «Investnet», che si sono tradotte in un aumento di CHF 25 milioni con effetto sul conto economico. Inoltre, a seguito della decisione di acquisto di ARIZON Sourcing SA, nell'esercizio 2018 sono stati costituiti accantonamenti, pari a CHF 69 milioni, per altri rischi d'esercizio e CHF 3.7 milioni per accantonamenti per ristrutturazioni.

Risultato straordinario, variazioni delle riserve per rischi bancari generali e imposte

I ricavi straordinari pari a CHF 46.2 milioni (allegato 28) risultano in particolare dalla vendita di Notenstein La Roche Banca Privata SA. È stato inoltre realizzato un utile pari a CHF 11 milioni dall'alienazione di immobilizzazioni materiali. Dalle riserve per rischi bancari generali sono stati prelevati CHF 250.2 milioni. Nell'esercizio in rassegna gli oneri fiscali sono ammontati a CHF 2.5 milioni.

Utile di esercizio

L'utile di esercizio ammonta a CHF 42.5 milioni e, come già detto in precedenza, nonostante i fattori straordinari, si attesta allo stesso livello dell'esercizio precedente. Ciò è da attribuire allo scioglimento di riserve per rischi bancari generali.

Bilancio

Il totale di bilancio di Raiffeisen Svizzera è diminuito di CHF 6 miliardi. Oltre alla gestione attiva delle riduzioni di bilancio dovute alla migrazione al nuovo sistema bancario core, a ciò ha contribuito anche la considerazione del saldo contabile conformemente alle prescrizioni concernenti l'allestimento dei conti per i crediti e impegni nei confronti di altre banche. I crediti e gli impegni delle Banche in senso proprio (conformemente alla considerazione della valuta) sono invece rimasti pressoché invariati.

Crediti/Impegni nei confronti delle Banche Raiffeisen

In ottemperanza ai requisiti legali di liquidità, le Banche Raiffeisen detengono investimenti presso Raiffeisen Svizzera. A fine 2018 Raiffeisen Svizzera presentava un impegno netto nei confronti delle Banche Raiffeisen di CHF 12.3 miliardi (esercizio precedente CHF 12.9 miliardi). La diminuzione è da ricondurre al maggior fabbisogno di rifinanziamento delle Banche Raiffeisen per le operazioni ipotecarie.

Crediti/Impegni nei confronti di altre banche

Rispetto all'esercizio precedente i crediti nei confronti di altre banche sono diminuiti di CHF 6.4 miliardi, attestandosi a CHF 1.8 miliardi. Gli impegni nei confronti di altre banche si sono ridotti di CHF 7.3 miliardi, passando a CHF 6.4 miliardi. La diminuzione è riconducibile alla considerazione del saldo contabile. Tenendo in considerazione la valuta, i crediti e gli impegni nei confronti di altre banche sono praticamente immutati rispetto all'esercizio precedente.

Crediti/Impegni risultanti da operazioni di finanziamento di titoli

Gli impegni risultanti da operazioni di finanziamento di titoli sono aumentati di CHF 1.2 miliardi, attestandosi a CHF 2.9 miliardi. In questo caso si tratta di transazioni pronti contro termine, con le quali si acquisisce denaro in cambio di garanzie. Queste transazioni servono a gestire il volume di conto giro presso la BNS. I crediti risultanti da operazioni di finanziamento di titoli sono stati pari a CHF 5 milioni.

Prestiti alla clientela

Nell'esercizio in rassegna, i prestiti alla clientela sono aumentati complessivamente di CHF 1.9 miliardi (+15.4 per cento), attestandosi a CHF 14.2 miliardi. Le succursali di Raiffeisen Svizzera hanno incrementato il volume dei prestiti di CHF 505.6 milioni a CHF 10.8 miliardi (+4.9 per cento). Nei prestiti sono inoltre compresi crediti a breve termine della Banca centrale a favore di clienti istituzionali, prestiti ai grandi clienti aziendali e operazioni di leasing beni di investimento.

Attività di negoziazione

Il volume delle attività nette di negoziazione si è ridotto di CHF 234 milioni passando a CHF 1 miliardo (allegato 3).

Immobilizzazioni finanziarie

La consistenza titoli relativa alle immobilizzazioni finanziarie, principalmente obbligazioni di prim'ordine, è gestita in conformità ai requisiti legali di liquidità e agli obiettivi di liquidità interni. Il valore contabile è aumentato di 252 milioni, attestandosi a CHF 6.6 miliardi.

Partecipazioni

Nell'esercizio in rassegna il valore delle partecipazioni (allegato 6) si è ridotto di CHF 632 milioni, attestandosi a CHF 423.8 milioni. La variazione maggiore, pari a CHF 622.5 milioni è dovuta alla vendita di Notenstein La Roche Banca Privata a Vontobel. In relazione alla posizione di partecipazione in Leonteq AG è stato contabilizzato un adeguamento del valore di circa CHF 54.1 milioni. Si tratta di una rettifica del valore contabile, dovuta a un valore di mercato inferiore rispetto a quello dell'esercizio precedente. Ulteriori rettifiche di valore di circa CHF 27.1 milioni si riferiscono a rettifiche di valutazione su altre partecipazioni. Per tutte le altre partecipazioni nella valutazione si è passati al metodo basato sul valore reale rispettivamente si è continuato ad applicarlo in modo coerente. L'aumento della consistenza di partecipazione è dovuto al fatto che Raiffeisen Svizzera ha partecipato all'aumento di capitale di Leonteq AG e ha acquisito un pacchetto azionario di Leonteq AG precedentemente detenuto da Notenstein La Roche Banca Privata SA. La partecipazione del 100 per cento nella Business Broker SA, precedentemente detenuta dal Raiffeisen Centro Imprenditoriale, è stata trasferita a Raiffeisen Svizzera per semplificare le strutture di partecipazione.

Immobilizzazioni materiali

L'andamento delle immobilizzazioni materiali è illustrato nell'allegato 7.1. Il valore contabile è cresciuto di CHF 37.5 milioni a CHF 232.8 milioni. L'aumento è riconducibile allo stabile della Banca di San Gallo recentemente ristrutturato e alla registrazione all'attivo del Licence Fee di Avaloq Group AG.

Valori immateriali

L'andamento dei valori immateriali è illustrato nell'allegato 8.

Depositi della clientela

I depositi della clientela sono aumentati di CHF 379 milioni, attestandosi a CHF 11.4 miliardi. In tale ambito, le succursali hanno registrato una incremento di CHF 37.2 milioni. Al contempo i depositi della clientela aziendale sono cresciuti di CHF 317.7 milioni.

Prestiti obbligazionari e mutui in obbligazioni fondiarie

Nell'esercizio in rassegna la consistenza di prestiti obbligazionari e mutui in obbligazioni fondiarie è aumentata di 0.2 a CHF 7 miliardi. I prestiti obbligazionari di Raiffeisen Svizzera rimangono invariati a CHF 3.3 miliardi. La quota delle obbligazioni postergate di Raiffeisen Svizzera ammonta a CHF 1.5 miliardi. Le componenti bond dei prodotti strutturati emessi sono state pari a CHF 1.7 miliardi. La consistenza dei mutui in obbligazioni fondiarie è aumentata di CHF 0.1 miliardi a CHF 2 miliardi.

Accantonamenti

La strategia di separazione e i connessi fattori straordinari hanno avuto un impatto significativo sugli accantonamenti (allegato 14). Gli accantonamenti per ristrutturazioni sono aumentati di CHF 21.2 milioni, principalmente a seguito della vendita di Notenstein La Roche Banca Privata SA. Sui restanti accantonamenti hanno influito soprattutto le imprevedibilità nelle controversie legali nel contesto «Investnet», che si sono tradotte in un aumento di CHF 25 milioni. A seguito dell'acquisto di ARIZON Sourcing SA, concordato nel 2018, sono inoltre stati costituiti accantonamenti per altri rischi d'esercizio per un importo di CHF 69 milioni.

Riserve per rischi bancari generali

Nell'esercizio in rassegna sono state sciolte riserve per rischi bancari generali per CHF 250.2 milioni. Lo scioglimento di riserve per rischi bancari generali è connesso ai fattori straordinari menzionati in precedenza. Il volume rimanente di CHF 9.3 milioni è soggetto a imposte (allegato 14).

Capitale proprio

A fine dicembre 2018 il capitale cooperativo ammontava ancora a CHF 1.7 miliardi. Il capitale proprio si è ridotto a seguito dello scioglimento di riserve per rischi bancari generali di CHF 2.2 miliardi passando a CHF 1.9 miliardi.

Operazioni fuori bilancio

Nell'esercizio in rassegna il totale degli impegni eventuali (allegato 20) è diminuito di CHF 182 milioni, passando a CHF 3 miliardi. Il volume contrattuale su strumenti finanziari derivati (allegato 4) è diminuito di CHF 34.8 miliardi, attestandosi a CHF 113.5 miliardi. Le operazioni di copertura per il portafoglio bancario sono scese di CHF 0.9 miliardi a CHF 38.2 miliardi. I valori di sostituzione positivi si collocano a CHF 1.3 miliardi (esercizio precedente CHF 1.6 miliardi), quelli negativi a CHF 1.5 miliardi (esercizio precedente CHF 1.6 miliardi).

Rapporto sulle remunerazioni

Il rapporto sulle remunerazioni è riportato nel rapporto di gestione del Gruppo Raiffeisen.