Premessa

Guy Lachappelle, Presidente del Consiglio di amministrazione, Raiffeisen Svizzera

Heinz Huber, Presidente della Direzione, Raiffeisen Svizzera

Per il Gruppo Raiffeisen l'anno scorso è stato impegnativo sotto molti aspetti. La procedura penale nei confronti dell'ex Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera, Dr. Pierin Vincenz, e la procedura di enforcement della FINMA nei confronti di Raiffeisen Svizzera hanno suscitato grande interesse con ripercussioni sulla reputazione dell'intero Gruppo, innescando un processo di rinnovamento. Ci siamo lasciati alle spalle un anno intenso, ma operativamente molto positivo.

Il 2018 è stato però anche l'anno di un nuovo inizio. Con un'indagine indipendente, una separazione dei rapporti di partecipazione e un rinnovamento del personale al vertice della Banca, Raiffeisen Svizzera ha posto le basi del suo futuro sviluppo.

Elaborazione del passato: nel 2018 è stata avviata – e conclusa – un'indagine indipendente diretta dal Prof. Dr. Bruno Gehrig, dalla quale è emerso che, in particolare dal 2012 al 2015, si sono verificate inadempienze nell'acquisizione e nella gestione di partecipazioni relative alla strategia di diversificazione. Per correggere gli errori del passato e al contempo prepararsi ad affrontare le crescenti esigenze dell'attività bancaria, il Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera ha adottato un ampio pacchetto di provvedimenti. Tra questi rientrano la promozione di una marcata cultura della responsabilità, una conduzione e un controllo più efficaci e una governance ottimizzata. Inoltre Raiffeisen Svizzera ha alacremente lavorato alla messa in opera di diverse misure con cui colmare le lacune riscontrate dalla FINMA nella corporate governance.

Ampia separazione: con la coerente strategia di separazione, Raiffeisen persegue l'obiettivo di semplificare i rapporti di partecipazione e ridurre i potenziali conflitti d'interesse.

Negli ultimi anni la crescita dell'attività d'investimento di Raiffeisen ha registrato una forte accelerazione. Il Gruppo Raiffeisen ha dimostrato di essere in grado di sviluppare efficacemente l'attività d'investimento con risorse proprie, per cui Raiffeisen ha deciso di dare un nuovo orientamento al segmento Clientela investimenti e di cedere Notenstein La Roche Banca Privata SA alla Banca Vontobel SA. La vendita si è conclusa positivamente il 2 luglio 2018. 

Rinnovamento degli organi: Raiffeisen Svizzera ha rinnovato il Consiglio di amministrazione e avviato il processo di rinnovamento della Direzione. In occasione della loro Assemblea del 16 giugno 2018, i delegati di Raiffeisen Svizzera hanno dato il via al rinnovamento del Consiglio di amministrazione con l'elezione di due nuovi Membri. Mentre sono stati eletti altri quattro Membri e il nuovo Presidente del Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera, Guy Lachappelle, nel corso dell'Assemblea straordinaria dei delegati del 10 novembre 2018. Nella sua nuova composizione, il Consiglio di amministrazione ha nominato Heinz Huber quale nuovo Presidente della Direzione, entrato in carica il 7 gennaio 2019.

Nel quarto trimestre è stata effettuata un'analisi della situazione con i proprietari, preparando in tal modo la strada per una migliore collaborazione all'interno del Gruppo. Gli sforzi di riforma del Gruppo sono confluiti nel programma comune «Riforma 21», elaborato nell'ambito di un processo partecipativo tra Banche Raiffeisen e Raiffeisen Svizzera.

La cultura cooperativa è da sempre stata caratterizzata da un intenso dialogo, sia all'interno del Gruppo sia con i nostri clienti e altri stakeholder.

Il dialogo con i clienti in loco non solo consente la consulenza finanziaria in ogni situazione di vita, ma anche la creazione di un clima di fiducia. Questo si riflette nelle cifre: lo scorso anno la clientela è rimasta fedele alle Banche Raiffeisen, infatti i relativi depositi sono ulteriormente aumentati.

È positivo anche l'andamento delle operazioni ipotecarie, dimostratosi particolarmente forte e solido. L'eccellente risultato operativo delle Banche Raiffeisen è penalizzato unicamente da effetti straordinari presso Raiffeisen Svizzera. La persistente redditività e la quota di fondi propri del Gruppo Raiffeisen superiore alla media restano intatte e Raiffeisen è sempre una Banca con eccellente capitalizzazione. Il modello e la politica aziendale di Raiffeisen, insieme alla possibilità per i soci di partecipare alle decisioni, offrono ulteriore sicurezza alla nostra clientela.

Nell'ottica della capacità del Gruppo di affrontare il futuro, nel 2018 è stato raggiunto un altro traguardo: da inizio gennaio 2019, 246 Banche Raiffeisen operano su una moderna piattaforma IT. Con il nuovo sistema bancario core il Gruppo Raiffeisen ha gettato le basi per un banking agile e a misura di cliente.

La nostra volontà di cambiare è grande. Solo se il nostro Gruppo continuerà a svilupparsi, adeguandosi costantemente a condizioni in continuo mutamento, potremo dirigerlo con successo anche in futuro, arricchendo con il pensiero cooperativo il panorama bancario in Svizzera.

Allarghiamo il dialogo, rendiamolo vincolante. È il dialogo da pari a pari con un partner che si stima ciò che fa di una buona banca la banca per eccellenza.

Imprenditorialità in loco, un'offerta completa e soprattutto vicinanza alla clientela: sono queste le qualità che hanno reso grande Raiffeisen. Le nostre origini ci indicano il cammino verso il futuro.

Guy Lachappelle
Presidente del Consiglio di amministrazione
Raiffeisen Svizzera

Heinz Huber 
Presidente della Direzione
Raiffeisen Svizzera