Sostenibilità

«La sostenibilità è parte integrante dell'identità Raiffeisen, un valore base radicato e un principio guida irrinunciabile per un'efficace conduzione aziendale. Quale Banca cooperativa, Raiffeisen si adopera per stabilire relazioni corrette e a lungo termine con i propri clienti e partner e intende contribuire con i propri prodotti e servizi a uno sviluppo sostenibile. Raiffeisen rende pubblica la prestazione di sostenibilità e la potenzia costantemente.»

Heinz Huber, Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera

Introduzione

Sostenibilità quale valore fondamentale e obiettivo strategico

La sostenibilità è – insieme a credibilità, vicinanza e imprenditorialità – uno dei quattro valori Raiffeisen. Su questa base il modello del Gruppo Raiffeisen formula i principi: (1) partner leale dei nostri clienti, (2) cooperativi per convinzione, (3) imprenditorialità e lavoro di squadra dei collaboratori, e (4) parte attiva della vita sociale, privilegiando, tra l'altro, l'utilizzo di prodotti volti allo sviluppo sostenibile di società e ambiente. Inoltre Raiffeisen, quale impresa cooperativa focalizzata sul mercato svizzero, tiene naturalmente conto dell'ordinamento giuridico nazionale e dei diritti umani, di standard ambientali fondamentali e dei principi dell'economia di mercato. Standard specifici e linee guida per la trasparenza nell'ambito della sostenibilità, nelle quali Raiffeisen si riconosce in particolar modo, sono il marchio di qualità AA plus per l'e-banking della Fondazione «Zugang für alle» (Accesso per tutti), gli standard di Global Reporting Initiative per il reporting di sostenibilità e le Linee Guida Eurosif per la Trasparenza dei fondi sostenibili. Raiffeisen Svizzera è membro di Swiss Sustainable Finance, del Verband für nachhaltiges Wirtschaften (öbu) (Associazione per l'economia sostenibile), della Fondazione svizzera per il clima, della piattaforma per l'incremento dell'efficienza energetica e dell'utilizzo di energie rinnovabili negli edifici (EEG, Energieeffizienz und erneuerbare Energie in Gebäuden), dell'associazione Green Building Schweiz e del gruppo per la sostenibilità dell'Associazione Svizzera dei Banchieri. Nel 2018 il Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera ha formulato l'obiettivo strategico che prevede di accrescere le performance in materia di sostenibilità e la relativa trasparenza.

Organizzazione

A livello di Gruppo, Raiffeisen Svizzera è responsabile dell'orientamento strategico nell'ambito della sostenibilità, del rispetto di fattori di sostenibilità nella gestione dei rischi, dello sviluppo della gamma di prodotti finanziari sostenibili, della rappresentanza nei confronti di stakeholder esterni in materia di tematiche relative alla sostenibilità nonché della consulenza e assistenza alle Banche Raiffeisen riguardo a questo tema. Il Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera e le relative commissioni si occupano di tematiche legate alla sostenibilità. La Direzione di Raiffeisen Svizzera attua direttive adeguate nel quadro della propria gestione, coinvolgendo diversi dipartimenti. Mentre Corporate Responsibility & Sostenibilità sono di competenza del Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera, e riguardano in particolare le questioni strategiche e la gestione della sostenibilità. Questa istanza dal 2018 riferisce almeno due volte l'anno alla Direzione. A ciò segue, sempre due volte l'anno, il resoconto al Consiglio di amministrazione. Le 246 Banche Raiffeisen attuano autonomamente la sostenibilità nell'ambito delle raccomandazioni di Raiffeisen Svizzera.

Focus del rapporto sulla sostenibilità

Ai fini della determinazione delle tematiche essenziali in materia di sostenibilità sulle quali si riferisce approfonditamente nella presente Relazione annuale Sostenibilità, nel 2018 sono stati interpellati stakeholder interni ed esterni nonché esperti esterni. La scelta di stakeholder ed esperti è stata validata ricorrendo a una società di consulenza esterna. Dall'analisi della consultazione di stakeholder ed esperti è risultato che le seguenti tematiche, dal punto di vista della sostenibilità, sono particolarmente rilevanti per Raiffeisen:

  • Prestazione economica
  • Portafoglio prodotti
  • Proprietà attiva
  • Compliance socio-economica (ossia il rispetto di regolamentazioni finanziarie, economiche e sociali)
  • lotta alla corruzione
  • Protezione dei dati dei clienti
  • Marketing ed etichettatura
  • Emissioni di CO2
  • Formazione e perfezionamento
  • Diversità e pari opportunità

Matrice di materialità

La matrice illustra i risultati della consultazione di stakeholder ed esperti: l'asse relativo alla consultazione degli stakeholder indica quanto un tema influisce sull'opinione degli stakeholder riguardo a Raiffeisen. L'asse relativo agli effetti su uno sviluppo sostenibile descrive l'importanza che gli esperti interpellati attribuiscono, per il tema considerato, agli effetti concreti o potenziali di Raiffeisen su uno sviluppo sostenibile.

Di seguito si illustrano, in conformità agli standard di Global Reporting Initiative (GRI), i motivi per cui queste tematiche sono rilevanti per Raiffeisen, come Raiffeisen le affronta e cosa in tal senso sia stato in primo piano nell'esercizio in rassegna. Le relative spiegazioni riguardo a diversità e pari opportunità nonché a formazione e perfezionamento, rispettivamente allo sviluppo del personale e dei dirigenti, sono riportate nella Relazione annuale Collaboratori. L'indice dei contenuti del GRI con informazioni integrative è disponibile sulla homepage di Raiffeisen Svizzera all'indirizzo www.raiffeisen.ch/st–gallen/it/chi-siamo/cifre/rapporti-di-gestione.

Prestazione economica

Creazione di valore e relativa ripartizione

Quale terzo Gruppo bancario della Svizzera, Raiffeisen conta alle sue dipendenze oltre 10'000 persone, versa salari, contributi alla Cassa pensioni e imposte e sostiene organizzazioni e iniziative di pubblica utilità. Anche con i suoi prodotti e servizi finanziari e grazie agli acquisti il Gruppo contribuisce alla creazione di valore a livello locale, regionale e nazionale, a beneficio di soci, clienti e società. I temi correlati a questa prestazione economica di Raiffeisen sono seguiti nel Gruppo Raiffeisen da diverse istanze predisposte. In generale vale tuttavia il principio per cui nel Gruppo Raiffeisen non si perseguono utile e crescita a tutti i costi, bensì un risultato positivo sostenibile e duraturo. I collaboratori Raiffeisen sono rimunerati in modo equo e conforme al mercato. La Cassa pensioni non intende scendere al di sotto di un grado di copertura del 100 per cento e fissa le basi tecniche in modo tale che anche alle future generazioni possano essere garantite rendite eque e sicure. I soci Raiffeisen beneficiano per determinate operazioni bancarie di condizioni particolarmente vantaggiose e di altre agevolazioni riservate a loro soltanto. Il Gruppo Raiffeisen, vale a dire le Banche Raiffeisen e Raiffeisen Svizzera, nonché le società affiliate, pagano in tutta la Svizzera imposte a livello comunale, cantonale e federale. Il Gruppo Raiffeisen non beneficia di fondi pubblici.

La fornitura decentralizzata della prestazione economica da parte delle Banche Raiffeisen e di Raiffeisen Svizzera e l'orientamento al risultato duraturo e sostenibile sono direttamente connessi al modello del Gruppo Raiffeisen basato sull'autonomia delle Banche Raiffeisen. Come illustra il conto del valore aggiunto (si veda pagina successiva), la prestazione economica del Gruppo Raiffeisen nell'esercizio in rassegna è da considerarsi positiva.

Impegno di sponsoring in dettaglio

Anche nello sponsoring e nelle donazioni, Raiffeisen Svizzera e le Banche Raiffeisen fanno le proprie scelte in base alle esigenze e alle situazioni locali, regionali e nazionali. Cultura e sport, incluso il sostegno a circa 20'000 nuove leve dello sci, costituiscono la parte essenziale delle iniziative in questo ambito. Grazie all'approccio decentralizzato dell'impegno di sponsoring e delle donazioni, Raiffeisen esprime il proprio radicamento a livello locale, rafforzando il marchio Raiffeisen in tutta la Svizzera. L'impegno di sponsoring del Gruppo Raiffeisen ammonta complessivamente a circa CHF 30 milioni. I contributi e le donazioni in ambito economico, sociale e culturale raggiungono circa CHF 6 milioni. Con la piattaforma per la raccolta di donazioni e il finanziamento di progetti «eroilocali.ch», Raiffeisen mette inoltre a disposizione dal 2017 una piattaforma gratuita per il finanziamento di progetti locali attraverso la quale sono state già raccolte donazioni per oltre CHF 7 milioni per più di 350 progetti. Raiffeisen attribuisce Premi regionali agli imprenditori, che tengono conto della sostenibilità delle imprese. Nel rapporto di lavoro Raiffeisen mette esplicitamente a disposizione dei collaboratori del tempo per attività di carattere pubblico.

Gestione del cambiamento climatico

In quanto importante creditrice ipotecaria in Svizzera, per Raiffeisen si pone innanzitutto la domanda riguardo agli effetti del cambiamento climatico sul parco edifici in Svizzera e i relativi finanziamenti. I pericoli naturali in Svizzera sono illustrati sulla carta dei pericoli della Confederazione e sulla carta del ruscellamento superficiale. Gli effetti dei relativi rischi fisici sul finanziamento di immobili sono decisamente inferiori rispetto a quelli sulle assicurazioni. A fronte di ciò, i risanamenti energetici, gli ammodernamenti e le nuove costruzioni dovrebbero continuare ad aumentare a seguito della crescente consapevolezza della popolazione circa le conseguenze del cambiamento climatico, dell'irrigidimento delle regolamentazioni e degli incentivi. In tal senso il Gruppo Raiffeisen cerca da anni di sensibilizzare la propria clientela, proponendo all'occorrenza soluzioni finanziarie.

Oltre ai finanziamenti ipotecari, si pone in particolare la questione della misura in cui il cambiamento climatico influisca positivamente o negativamente sulle imprese clienti di Raiffeisen. Relative opportunità e rischi per le imprese – inclusi gli aspetti regolamentari – sono piuttosto a medio-lungo termine e in linea di principio potrebbero influire sulla solvibilità e sulla capacità creditizia. Raiffeisen segue da vicino questi sviluppi.

Indici relativi al conto del valore aggiunto

 

Esercizio in rassegna in milioni di CHF

Esercizio precedente in milioni di CHF

Esercizio in rassegna in %

Esercizio precedente in %

Origine del valore aggiunto

 

 

 

 

Risultato societario (= ricavi netti)

3’078

3’310

100.0

100.0

Altri costi d’esercizio

-606

-618

19.7

18.7

Ricavi straordinari

82

119

2.7

3.6

Costi straordinari

-9

-4

-0.3

-0.1

Valore aggiunto lordo

2’545

2’807

82.7

84.8

Rettifiche di valore su partecipazioni nonché ammortamenti su immobilizzazioni materiali e valori immateriali

-259

-188

8.4

5.7

Variazioni di accantonamenti e altre rettifiche di valore nonché perdite

-124

1

4.0

-0.0

Valore aggiunto netto

2’162

2’620

70.2

79.2

Ripartizione del valore aggiunto

 

 

 

 

Collaboratori (spese per il personale)

1’391

1’395

64.3

53.2

Soci (remunerazione delle quote sociali: proposta all’AG)

52

51

2.4

1.9

Mano pubblica

156

233

7.2

8.9

di cui imposte sugli utili pagate

170

177

7.9

6.8

di cui costituzione/scioglimento di accantonamenti per imposte latenti

-14

56

-0.6

2.1

Rafforzamento delle riserve (autofinanziamento)

563

941

26.0

35.9

Totale

2’162

2’620

100.0

100.0

Indici sul valore aggiunto

 

 

 

 

Valore aggiunto lordo per ogni posto di lavoro a tempo pieno in migliaia di CHF 1

273

300

 

 

Valore aggiunto netto per ogni posto di lavoro a tempo pieno in migliaia di CHF 1

232

280

 

 

Numero di posti di lavoro a tempo pieno (in media)

9’313

9’343

 

 

1 Calcolato sul numero medio di collaboratori

Prodotti e servizi sostenibili

Portafoglio prodotti

Fattori ecologici e sociali quali il cambiamento climatico influiscono sui rischi e al tempo stesso rappresentano opportunità commerciali. Il Gruppo Raiffeisen intende considerare in modo adeguato questi fattori nel predisporre i propri prodotti finanziari, tenendo conto del crescente interesse della clientela per questo tipo di prodotti.

Quale importante banca creditrice in ambito ipotecario, Raiffeisen sensibilizza i propri clienti al potenziale di incremento dell'efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni di CO2 negli immobili. Basandosi sulla valutazione energetica degli immobili proposta nell'ambito della consulenza per la proprietà di abitazione, i clienti Raiffeisen possono farsi un'idea dello stato energetico dei loro immobili, determinare un'eventuale accumulo degli oneri degli investimenti e simulare scenari di risanamento. Nel 2018 le Banche Raiffeisen e le succursali hanno inoltre offerto, a prezzi vantaggiosi, la realizzazione di immagini termiche e la relativa analisi, che illustrano il potenziale risparmio energetico. Raiffeisen sostiene inoltre i clienti nella richiesta di un certificato energetico cantonale degli edifici (CECE Plus) con un contributo finanziario di CHF 200. Le PMI socie di Raiffeisen possono partecipare a titolo gratuito a workshop sul clima di myclimate e ricevono una prima analisi di un consulente dell'Agenzia dell'energia per l'economia (AEnEC).

Tutta la clientela investimenti sarà consultata in merito alla propria affinità con il tema della sostenibilità e, su richiesta, potrà usufruire di una relativa consulenza. Per la concezione e la gestione di prodotti d'investimento sostenibili nonché nei mandati di gestione patrimoniale sostenibili (entrambi sotto il marchio Futura) Raiffeisen collabora con aziende partner specializzate e indipendenti: Inrate quale agenzia di rating è responsabile della valutazione di titoli e immobili sulla base di criteri di sostenibilità definiti. Vontobel Asset Management amministra i fondi in titoli Raiffeisen Futura e VERIT Investment Management il Raiffeisen Futura Immo Fonds. Raiffeisen Svizzera gestisce a sua volta i mandati di gestione patrimoniale Futura introdotti ex novo nell'esercizio in rassegna. Il costante afflusso di fondi della clientela in prodotti d'investimento sostenibili, conferma Raiffeisen nella propria strategia di offrire ai clienti una gamma completa di soluzioni d'investimento e prodotti sostenibili.

A fine 2018 il Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera ha esplicitamente stabilito nella politica dei rischi del Gruppo Raiffeisen che i fattori ecologici e sociali devono essere tenuti in debita considerazione nella gestione dei rischi. La politica dei rischi del Gruppo Raiffeisen riporta altresì che la gestione dei rischi serve a proteggere la reputazione e a evitare violazioni di disposizioni di legge, di norme in materia di vigilanza e deontologiche. Si dovrebbero intrattenere solo relazioni d'affari con clienti che vantano reputazione, ambiente, affidabilità e integrità irreprensibili.

Allo scopo di sistematizzare ulteriormente nella gestione dei rischi di tutti i settori di attività la considerazione di fattori ecologici e sociali ed eventualmente di approfondirli puntualmente, Raiffeisen Svizzera sta attualmente lavorando a un quadro di riferimento più completo.

Proprietà attiva

Tramite la verifica degli effetti ecologici e sociali di valori patrimoniali, lo scambio d'idee con le imprese in materia di temi relativi alla sostenibilità e l'esercizio sistematico di diritti di voto in sintonia con esigenze specifiche, un investitore può influire sulle strategie e quindi in definitiva sulle attività commerciali delle imprese ai fini di uno sviluppo sostenibile.

Per i fondi Futura e i mandati di gestione patrimoniale Futura, l'universo d'investimento viene definito da Inrate, specializzata in rating di sostenibilità, sulla base di una severa procedura di selezione con approccio «Best in Service» secondo criteri ecologici, sociali ed etici. Per il Futura Immo Fonds, Inrate valuta gli immobili secondo criteri di sostenibilità definiti, inclusa la qualità dell'ubicazione e abitativa nonché l'efficienza delle risorse. I prodotti strutturati incentrati sulla sostenibilità e lanciati nell'esercizio in rassegna sono concepiti sulla base della competenza di Inrate e del provider di indici Solactive. Anche per gli investimenti della Raiffeisen Cassa Pensioni si allestisce un'analisi della sostenibilità.

Nell'esercizio del diritto di voto, i fondi Raiffeisen Pension Invest Futura e Raiffeisen Futura Swiss Stock, come anche la Raiffeisen Cassa pensioni, per le azioni svizzere seguono fondamentalmente le raccomandazioni di voto di Ethos Services SA. Le direttive di Ethos e le concrete raccomandazioni relative a ciascuna impresa sono pubblicate sul sito web di Ethos e riguardano tutti gli ambiti tematici rilevanti della corporate governance. Raiffeisen Cassa pensioni è inoltre socia dell'Ethos Engagement Pool Svizzera. È in corso di valutazione l'adesione all'Engagement Pool internazionale.

Raiffeisen giudica positiva la collaborazione con partner esterni indipendenti nella verifica di valori patrimoniali e nell'esercizio del diritto di voto.

Indici relativi a prodotti e servizi sostenibili (importi in milioni di CHF)

Prodotti con specifici benefici sociali ed ecologici (GRI FS 7 & FS 8 & FS 11)

31.12.2018

31.12.2017

Prodotti d’investimento

 

 

Fondi sostenibili (fondi Futura)

 

 

Volume in CHF

6’565,6

5’862,7

Quota del volume di tutti i fondi Raiffeisen (in %)

62,8

59,3

Quota del volume di deposito (in %)

16,5

14,4

Fondi di sviluppo 1

 

 

Volume in CHF

272,2

305,6

Quota del volume di deposito (in %)

0,9

0,9

Prodotti strutturati con focus sulla sostenibilità

 

 

Volume in CHF

9,9

0

Gestione patrimoniale

 

 

Volume in CHF

38

0

Quote di tutti i mandati di gestione patrimoniale (in %)

13,5

0

Patrimonio della Raiffeisen Cassa pensioni

 

 

Valore del patrimonio della Cassa pensioni verificato in base a fattori ecologici, sociali e di governance 2 / 3

2’587,7

2’691

Quota del patrimonio della Raiffeisen Cassa pensioni verificato rispetto al patrimonio totale della Cassa pensioni (in %)

80,3

84,1

Operazioni di leasing

 

 

Leasing agevolato per investimenti sostitutivi per camion conformi allo standard Euro 6 sulle emissioni

 

 

Volume in CHF

14,9

3,1

% leasing totale per camion (volume)

23

9

1 Fondi d’investimento di responsAbility Investments AG, cui Raiffeisen Svizzera partecipa. Si riportano però solo i volumi presenti nei depositi clienti Raiffeisen. Questo valore di riferimento rappresenta la prestazione e la responsabilità di Raiffeisen nella distribuzione di fondi responsAbility.

2 Per gli immobili in Svizzera detenuti direttamente dalla Raiffeisen Cassa Pensioni si considerano, come da direttive d’investimento, gli aspetti relativi ad ambiente/sostenibilità. Conseguentemente, questi investimenti sono qui inclusi in misura di circa CHF 0.7 miliardi (21%) al 31 dicembre 2018.

3 La diminuzione dei valori 2018 verificati rispetto al 2017 è dovuta ai valori di corso inferiori della classe d’investimento Azioni soggetta a rating alla data di chiusura del bilancio 31 dicembre 2018.

Attività commerciale responsabile

Compliance socio-economica (rispetto delle regolamentazioni in ambito finanziario, economico e sociale)

L'attività bancaria è soggetta a forte regolamentazione. Nella compliance il Gruppo Raiffeisen si orienta con direttive regolamentari agli standard e ai processi della piazza finanziaria. Fondamentalmente tutti i collaboratori del Gruppo Raiffeisen fanno in modo di garantire sotto la propria responsabilità, nell'ambito delle direttive e dei processi per loro validi, la compliance nel proprio campo di attività e di evitare rischi di compliance. Informano di eventuali irregolarità il settore Legal & Compliance competente nel Gruppo Raiffeisen per il sistema di compliance oppure l'incaricato compliance competente della loro Banca Raiffeisen o del loro settore specialistico. I rischi vengono identificati, valutati e documentati e si definiscono i necessari meccanismi di gestione. Il settore Legal & Compliance sorveglia l'andamento dei rischi legali a livello di Gruppo, notificando i rischi rilevanti con cadenza semestrale alla Direzione e al comitato di rischio e con cadenza annuale al Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera. Per maggiori informazioni sulla gestione dei rischi legali e di compliance si veda il capitolo «Categorie di rischio».

Lotta alla corruzione

La corruzione mette in pericolo lo stato di diritto e favorisce inefficienza e distorsione della concorrenza. Il Gruppo Raiffeisen intende prevenire casi di corruzione. Le responsabilità in materia di prevenzione della corruzione sono definite a tutti i livelli, ancorate in direttive interne e assunte nei rispettivi raggi di attività delle singole Banche Raiffeisen. Si applicano severe direttive interne per la gestione di relazioni d'affari con persone esposte politicamente (PEP), per la lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo nonché per l'osservanza delle leggi vigenti in materia di sanzioni economiche e commerciali.

L'attuazione e la responsabilità della prevenzione del riciclaggio di denaro spettano, oltre a Raiffeisen Svizzera, anche alle Banche Raiffeisen. In ogni Banca Raiffeisen vi è un incaricato compliance e un responsabile CDB/LRD. Essi sono formati ogni anno e supportati a livello specialistico da Raiffeisen Svizzera. In caso di sospetto o rilevamento di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo, le Banche Raiffeisen dovranno rivolgersi a Raiffeisen Svizzera. Raiffeisen Svizzera coordina le successive misure e istruisce le Banche Raiffeisen sul comportamento da tenere.

A tutti i collaboratori di Raiffeisen Svizzera, di Raiffeisen Centro Imprenditoriale SA e della Raiffeisen Cassa pensioni sono trasmesse direttive interne in materia di conflitti d'interesse e di corruzione attiva e passiva quale parte del Regolamento del personale. Le Banche Raiffeisen riprendono l'approccio di Raiffeisen Svizzera oppure ne sviluppano uno alternativo equivalente. Determinati partner commerciali da cui Raiffeisen acquista beni e servizi vengono inoltre informati in merito a strategie e misure per la lotta alla corruzione.

I Presidenti della Direzione delle Banche Raiffeisen predispongono, secondo le direttive di Raiffeisen Svizzera, analisi periodiche dei rischi relativi a riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo e ne garantiscono la trasmissione a Raiffeisen Svizzera. Il settore Legal & Compliance sorveglia l'andamento a livello di Gruppo, notificando i rischi rilevanti con cadenza trimestrale al comitato di rischio e al Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera. Raiffeisen rafforza ulteriormente la lotta alla corruzione, ad esempio mediante ulteriori misure relative a disposizioni ancora più chiare riguardo alla gestione dei conflitti d'interesse.

Marketing ed etichettatura

L'ambito finanziario è caratterizzato da elevata complessità. Di conseguenza il marketing dei prodotti per fornitori di servizi finanziari in Svizzera è fortemente regolamentato. Nel Gruppo Raiffeisen questa tematica è principalmente di competenza del settore Marketing del dipartimento Clientela privata e investimenti. Trasparenza e conformità alla legge in materia di marketing ed etichettatura (rispettivamente informazioni sui prodotti) sono garantite innanzitutto tramite l'osservanza di tutte le regolamentazioni vigenti in Svizzera e l'autoregolamentazione (ad esempio Legge sugli investimenti collettivi, Circolari FINMA, Direttiva SFAMA sugli obblighi d'informazione e documentazione per prodotti e servizi). Laddove necessario, si terrà conto anche di regolamentazioni estere. La strategia di base del Gruppo Raiffeisen stabilisce inoltre in via generale che l'offerta del Gruppo Raiffeisen deve essere orientata alle esigenze della clientela e caratterizzata da semplicità e comprensibilità. Per ciascun segmento di clientela deve essere fissata un'offerta di prodotti target, laddove i prodotti e i servizi non inclusi in essa dovranno essere offerti a clienti del relativo segmento solo su esplicita richiesta. Il rapporto qualità/prezzo deve essere equo e i prezzi sono comunicati in modo trasparente. In generale presso Raiffeisen vige il principio «La sicurezza prima della redditività prima della crescita». I consulenti alla clientela vengono regolarmente formati in base a questi principi. Con questi approcci Raiffeisen crea un'offerta di prodotti comprensibile, un pricing equo e la trasparenza richiesta. Ciò favorisce un grado elevato di orientamento alla clientela, fiducia e relazioni cliente a lungo termine.

Con «Money Mix» Raiffeisen offre gratuitamente a scuole e giovani programmi didattici per imparare a usare il denaro in modo giudizioso. Il programma comprende diversi moduli per insegnanti su temi quali budget, conto bancario, acquisti, investimenti e previdenza. Il processo relativo ai reclami della clientela e il numero di violazioni delle norme in materia, possono fornire indizi circa eventuali inadempienze nel marketing. Raiffeisen Svizzera identifica inoltre (ad esempio tramite ricerche di mercato) gli effetti economici delle proprie attività di marketing.

Protezione dei dati dei clienti

Le banche dispongono di dati sensibili dei clienti. Ai dati della clientela e alla protezione degli stessi Raiffeisen riserva pertanto la massima priorità. I clienti confidano nel fatto che la loro Banca rispetti queste direttive legali e regolamentari, gestisca i dati in modo responsabile e li protegga nel miglior modo possibile.

Nel Gruppo Raiffeisen, Raiffeisen Svizzera è responsabile a livello centrale della protezione dei dati della clientela in virtù della responsabilità di sistema nel settore compliance e utilizza un sistema di gestione per la sicurezza delle informazioni (ISMS) orientato allo standard ISO 27001. Lo scopo è garantire in ogni momento la riservatezza, l'integrità e la disponibilità delle informazioni. La sicurezza delle informazioni viene costantemente verificata e, quando necessario, rafforzata. Annualmente vengono realizzati diversi progetti per il rafforzamento della cyber-resilienza (resistenza agli attacchi informatici).

Raiffeisen Svizzera dispone inoltre di un incaricato alla protezione dei dati responsabile per tutto il Gruppo, che garantisce che siano soddisfatti i criteri previsti dalla Legge svizzera sulla protezione dei dati. Le disposizioni obbligatorie concernenti la protezione e la sicurezza dei dati sono disciplinate in direttive interne. I requisiti in materia di dati della clientela sono conformi alla Legge sulla protezione dei dati e alle direttive della FINMA.

Con queste misure il Gruppo Raiffeisen intende garantire un elevato grado di protezione dei dati della clientela grazie a un processo di continuo miglioramento adeguato al livello di minaccia. Nell'esercizio in rassegna non vi sono stati motivi per modificare in modo sostanziale l'approccio in materia di protezione dei dati della clientela.

Indici relativi all'attività commerciale responsabile

Compliance socio-economica

 

Cospicue multe e sanzioni non pecuniarie dovute all’inosservanza di leggi e/o direttive in ambito sociale ed economico (GRI 419-1)

1 1

Lotta alla corruzione

 

Numero totale e percentuale di Banche Raiffeisen e succursali che hanno implementato meccanismi per il riconoscimento della corruzione (GRI 205-1)

100%

Rischi rilevanti di corruzione individuati nell’ambito dell’attività di valutazione del rischio (GRI 205-1)

0

Numero totale e tipologia dei casi di corruzione confermati (GRI 205-3)

0

Marketing ed etichettatura

 

Numero totale delle violazioni di direttive e/o regole di comportamento volontarie in relazione a informazioni su prodotti e servizi e all’etichettatura (GRI 417-2)

0

Numero totale delle violazioni in relazione al marketing (GRI 417-3)

0

Protezione dei dati dei clienti

 

Reclami di terzi e autorità di vigilanza (GRI 418-1)

1 2

Incidenti gravi registrati da Data Leakage Prevention (DLP) interna (GRI 418-1)

0 3

Allarmi registrati dal sistema interno di Data Leakage Prevention (GRI 418-1)

1’021 4

1 Nell’esercizio in rassegna il pubblico ministero III del Canton Zurigo ha aperto un procedimento penale nei confronti dell’ex Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera, Dr. Pierin Vincenz, per il sospetto di amministrazione infedele. Il 14 giugno 2018 la FINMA ha concluso il procedimento di enforcement nei confronti di Raiffeisen Svizzera. Raiffeisen Svizzera accetta le misure di miglioramento contenute nella disposizione, molte delle quali sono già in corso di attuazione

2 Un cliente di una Banca Raiffeisen ha reclamato presso Raiffeisen Svizzera, dichiarando che i suoi dati sono stati inoltrati a Facebook. Il cliente ha partecipato a un concorso Facebook di Raiffeisen Svizzera, in occasione del quale Facebook ha raccolto i dati dei partecipanti. I dati erano già noti a Facebook prima della partecipazione. Raiffeisen Svizzera ha però omesso di informare il cliente in merito al trattamento dei dati di Facebook in caso di partecipazione a concorsi. Il reclamo del cliente è quindi stato accolto

3 Nell’esercizio in rassegna, a causa di un errore di un fornitore di servizi di cui ci si era avvalsi, sono stati spediti estratti conto di clienti Raiffeisen ai destinatari sbagliati. Dell’accaduto sono stati informati i clienti interessati e la FINMA. Il sistema DLP monitora la presenza di dati della clientela nelle e-mail e nel «traffico web». I casi di questo tipo non vengono registrati.

4 Gli allarmi DLP vengono lanciati secondo un sistema di scoring sulla base di determinate regole. Un allarme non significa automaticamente violazione di direttive. Questo numero, rapportato a circa 10’000 collaboratori, costituisce una buona media (tre allarmi al giorno).

Gestione aziendale responsabile

Emissioni di CO2

La mancata riduzione delle emissioni di gas serra porta al surriscaldamento climatico con gravi e irrimediabili danni per l'uomo e l'ambiente. Il Gruppo Raiffeisen stesso produce emissioni di CO2 dovute al consumo energetico degli edifici per il funzionamento delle circa 900 agenzie e agli spostamenti di lavoro di persone e beni. L'obiettivo strategico del Gruppo Raiffeisen consiste nel ridurre, entro il 2020, le emissioni di CO2 (Scope 1 a Scope 3 insieme; si veda per Scope 1 a 3 la spiegazione nella nota a piè di pagina sugli indici) del 30 per cento rispetto al 2012. Si intende raggiungere l'obiettivo tramite standard nei settori energia, mobilità, risorse e acquisti, verificando costantemente l'efficienza energetica e delle risorse di processi rilevanti dell'attività bancaria e sensibilizzando i collaboratori.

Il monitoraggio degli indicatori ambientali dell'intero Gruppo è di competenza della Gestione ambientale del dipartimento IT & Services di RCH. La stessa si occupa anche del programma di incentivazione «Pro Futura», con cui si intende motivare le Banche Raiffeisen ad adottare misure per la riduzione delle emissioni di CO2. Con Pro Futura si intende favorire la riduzione delle emissioni lungo tutta la catena di creazione di valore dell'attività bancaria, raccogliendo in tal senso best practice nel Gruppo Raiffeisen e mettendole a disposizione di tutte le Banche Raiffeisen una volta rielaborate. Al primo posto vi sono il consumo energetico degli edifici (elettricità ed energia per riscaldamento) e gli spostamenti di lavoro (auto, mezzi pubblici e aereo). Parallelamente, il fondo interno Raiffeisen per il clima assegna sovvenzioni per misure volte a incrementare l'efficienza energetica e a ridurre le emissioni di CO2.

Concretamente numerosi edifici sono stati resi più efficienti dal punto di vista energetico. Sedi di rilievo sono state allacciate alla rete di teleriscaldamento e un edificio principale è stato certificato secondo lo Standard Costruzione sostenibile Svizzera (SNBS). Inoltre due sedi del Gruppo Raiffeisen sono interessate dal cosiddetto «Articolo sui grandi consumatori» e quindi il Gruppo ha stipulato, per queste sedi e per un'altra dozzina di casi analoghi, accordi generali sugli obiettivi con Confederazione e Cantoni. Raiffeisen si prefigge l'obiettivo di installare nel parco edifici solo impianti di riscaldamento a energia rinnovabile e di evitare o sostituire l'energia elettrica da fonti di energia nucleare e fossile. Per quanto riguarda la flotta veicoli si presta attenzione a impiegare solo veicoli conformi alle norme di legge (per autovetture private max. 130 g CO2/km). In caso di nuove costruzioni e ristrutturazioni si fa in modo di favorire un traffico pendolare a ridotte emissioni, ad esempio orientandosi ai trasporti pubblici o con la realizzazione di spogliatoi e docce per i collaboratori che si recano al lavoro in bicicletta.

Nell'esercizio in rassegna le emissioni di CO2 sono state ridotte del 6 per cento rispetto all'esercizio precedente. Ciò permette di affermare che l'ambizioso obiettivo di riduzione della CO2 fissato nel 2012 può essere raggiunto nel 2020. La base dati e la qualità dei dati nel settore della gestione ambientale saranno ulteriormente migliorate.

Acquisti

La catena di fornitura di Raiffeisen si concentra prevalentemente sulla Svizzera, sia per quanto riguarda i prodotti finanziari di terzi sia gli acquisti per l'attività bancaria.

Raiffeisen distribuisce, oltre a prodotti finanziari propri, anche quelli di fornitori terzi. Questi comprendono fondi d'investimento, prodotti strutturati, investimenti diretti, crediti al consumo, carte di credito o assicurazioni con carattere d'investimento. Nella creazione di prodotti propri, Raiffeisen collabora anche con partner esterni. Ad esempio tutti i fondi d'investimento Raiffeisen sono amministrati dal nostro partner Vontobel Asset Management. A ciò si aggiunge la negoziazione fisica di metalli preziosi quali oro e argento e i relativi trasporti.

Le principali voci di acquisto per il funzionamento della rete di uffici bancari sono immobili, hardware e software IT, mobilio e parco veicoli. In questo caso la sostenibilità nella catena di fornitura e nell'outsourcing a organizzazioni partner è garantita dall'adozione di principi e criteri specifici costantemente aggiornati. Fornitori e organizzazioni partner devono di conseguenza soddisfare criteri non solo economici ma anche sociali ed ecologici.

Indici relativi alla gestione aziendale responsabile

Categoria

Unità

Raiffeisen Svizzera e società del Gruppo

Banche Raiffeisen (Banche incluse nella rilevazione)

Stima (Banche non incluse)

Gruppo Raiffeisen (totale)

Gruppo Raiffeisen variazione in %

Gruppo Raiffeisen (totale) per unità di personale

Energia per edifici (totale):

kWh

15’491’000

25’723’000

28’813’000

72’027’000

-3

7’351

Elettrica

kWh

12’719’000

17’445’000

14’789’000

44’952’000

-3

4’719

Energia termica

0

2’772’000

8’278’000

14’024’000

25’075’000

-4

2’632

 

 

 

 

 

 

 

 

Viaggi di affari (totale)

km

15’407’000

2’042’000

2’141’000

19’590’000

-5

2’056

di cui trasporto pubblico (ferrovia, bus, tram)

km

4’702’000

1’062’000

1’505’000

7’269’000

-3

763

di cui traffico stradale autovetture private (veicoli privati)

km

2’184’000

979’000

636’000

3’800’000

0

399

di cui traffico stradale autovetture dell’ impresa (veicoli aziendali)

km

4’167’000

 

4’167’000

-7

437

di cui traffico stradale corrieri

km

3’557’000

3’557’000

-4

373

di cui traffico aereo passeggeri

km

99’000

99’000

-73

10

di cui traffico aereo merci

tonnellate- chilometro

698’000

698’000

-9

73

consumo di carta

tonnellate

 

 

 

1’090

-28

0.11

consumo di acqua

m 3

13’000

63’000

86’000

162’000

-28

17

 

 

 

 

 

 

 

 

Emissioni di gas serra da energia e trasporto 1

tonnellate CO 2 eq

5’636

2’817

5’220

13’673

-6

1.44

di cui scope 1

tonnellate CO 2 eq

1’896

1’761

4’164

7’821

6

0.82

di cui scope 2

tonnellate CO 2 eq

74

271

0

345

-11

0.04

di cui scope 3

tonnellate CO 2 eq

3’665

785

1’057

5’507

-19

0.58

1 Sono rilevate le principali fonti di emissioni. Le tre basi di rilevazione sono:

Scope 1: emissioni dirette di gas serra da fonti fisse all’interno dell’azienda stessa, per esempio riscaldamento o veicoli propri;

Scope 2: emissioni indirette di gas serra derivanti dalla generazione di energia all’esterno dell’azienda, per esempio energia elettrica e teleriscaldamento;

Scope 3: altre emissioni indirette di gas serra all’esterno dell’azienda da processi a monte o a valle, per esempio viaggi d’affari in treno o fasi preliminari della fornitura di energia.

Ciascun indice rilevato viene annualizzato sulla base degli ultimi otto trimestri e attribuito alle unità organizzative rilevate in base agli equivalenti dell’occupazione a tempo pieno. In una fase successiva si procede alla proiezione degli indici annualizzati aggregati per Banca Raiffeisen. Vengono allestiti sulla base delle qualità peggiori, ad esempio «standard mix» per l’energia elettrica o «olio combustibile» per la produzione di calore. Fa eccezione la carta, il cui consumo totale viene riportato alla voce Raiffeisen Svizzera in corrispondenza di tipografie e fornitori. Attualmente si registrano (e si stimano) le seguenti quote dei valori di consumo:

– energia elettrica: 53% (47%)

– riscaldamento: 33% (67%)

– trasferte collaboratori treno: 60% (40%)

– trasporti pubblici: 42% (58%)

Da una verifica dei dati ambientali nell’esercizio in rassegna è emerso che le stime sono effettuate su base conservativa. Ciò significa che le quantità qui indicate sono superiori a quelle effettive. Ad esempio per i veicoli propri non vengono detratti i chilometri percorsi a titolo privato e per tutti i sistemi di riscaldamento non specificati si presume che utilizzino olio combustibile. Il calcolo delle emissioni di gas serra si basa sui fattori di emissione degli indicatori VfU 2015. I Raiffeisen Centri Imprenditoriali (RCI) e l’ex Notenstein La Roche Banca Privata SA non sono considerati sotto il profilo energetico.