Plusvalore per i collaboratori

In qualità di datore di lavoro promuoviamo le pari opportunità, la diversità e l’apprendimento continuo. Rafforziamo la capacità d’innovazione di tutti i collaboratori e offriamo condizioni d’impiego interessanti.

Collaboratori

Raiffeisen quale datore di lavoro

Raiffeisen offre ai propri collaboratori interessanti condizioni d’impiego, compiti stimolanti e moderne postazioni di lavoro. Raiffeisen attribuisce inoltre grande importanza alle pari opportunità, investe nella formazione dei propri collaboratori e nell’acquisizione di nuovi talenti.

Raiffeisen impiega 11’207 collaboratori in tutte le regioni della Svizzera (esercizio precedente 10’968) offrendo loro, a tutti i livelli, interessanti condizioni d’impiego, compiti stimolanti e moderne postazioni di lavoro. Raiffeisen promuove il pensiero imprenditoriale dei propri collaboratori mediante l’assegnazione mirata di responsabilità e attribuendo grande importanza alle pari opportunità. Orari di lavoro flessibili vengono offerti, se possibile, a tutti i livelli gerarchici. Complessivamente il 42.0 per cento (esercizio precedente 41.2 per cento) dei collaboratori del Gruppo Raiffeisen lavora a tempo parziale. Quanto al numero di giorni di ferie, Raiffeisen si colloca sopra la media delle imprese svizzere. Dal 2018 i collaboratori hanno la possibilità di acquistare giorni di ferie supplementari o di accumularli per un congedo individuale più lungo.

Offerte formative per collaboratori

Nel 2020 Raiffeisen ha investito CHF 14.5 milioni (esercizio precedente: CHF 16.7 milioni) nello sviluppo dei propri collaboratori. Dirigenti e collaboratori senza funzione direttiva hanno a disposizione una vasta gamma di percorsi di formazione specialistica e di consulenza nonché diverse opportunità per lo sviluppo della personalità. In cooperazione con la Scuola Universitaria Professionale di Lucerna vengono poi proposti diversi corsi di studio concepiti per Raiffeisen.

Possibilità di conciliare vita professionale e familiare

Presso Raiffeisen il congedo di maternità varia da 16 a 24 settimane, a seconda dell’età di servizio. Ai padri vengono concessi 15 giorni di vacanze supplementari retribuite, fruibili da un mese prima a sei mesi dopo la nascita del figlio. Inoltre alle donne è garantita, dopo il congedo di maternità, la prosecuzione dell’impiego in funzione adeguata con un grado di occupazione pari almeno al 60 per cento. In caso di malattia di un figlio, i genitori ricevono fino a cinque giorni supplementari di congedo retribuito.

Promozione dell’impegno politico

Oltre 350 collaboratori e Membri dei Consigli di amministrazione delle Banche Raiffeisen esercitano un mandato politico a livello nazionale, cantonale o comunale. In qualità di datore di lavoro Raiffeisen sostiene questo impegno, promuovendone la conciliazione con le esigenze professionali.

Migliorare diversità e pari opportunità

L’aumento della rappresentanza femminile tra i quadri e nelle posizioni manageriali è una priorità di Raiffeisen. Con una quota femminile nelle posizioni quadro e manageriali del 27 per cento (esercizio precedente: 27 per cento) a livello di Gruppo, Raiffeisen non ha ancora raggiunto l’obiettivo prefissato di almeno il 30 per cento.

11'207

collaboratori erano impiegati presso Raiffeisen al 31.12.2020. Di essi, il 42 per cento a tempo parziale.

CHF 14.5 milioni

sono stati investiti da Raiffeisen nel 2020 nello sviluppo dei propri collaboratori.

Vogliamo vivere e promuovere consapevolmente la diversità

Arianne Hasler
Responsabile Trasformazione presso Raiffeisen Svizzera

Promuovere insieme la cultura aziendale

Anche in futuro Raiffeisen intende soddisfare le aspettative riposte in un datore di lavoro interessante, sostenendo in modo mirato, con la propria politica del personale, la nuova Strategia del Gruppo.

Raiffeisen vuole far parte dei dieci datori di lavoro più interessanti della Svizzera e offrire ai propri collaboratori prospettive stimolanti. A tale scopo si organizza di conseguenza

Diventare un’organizzazione che apprende

Raiffeisen intende promuovere una cultura aziendale comune e affrontare il processo di cambiamento in modo attivo. Tramite la creazione di condizioni quadro ottimali, il settore Human Resources contribuisce alla riuscita della trasformazione, rafforzando al contempo l’identificazione dei collaboratori con l’azienda.

Raiffeisen auspica promuovere la mobilità dei collaboratori e sviluppare a livello di azienda un’elevata capacità di cambiamento: Raiffeisen si prefigge di diventare un’«organizzazione che apprende».

Per raggiungere tale obiettivo, Raiffeisen intende garantire l’apprendimento continuo e rafforzare la capacità innovativa, orientare i profili professionali e l’ambiente di lavoro agli sviluppi più attuali e stabilire una cultura dirigenziale adeguata alle sfide future.

27%

è la rappresentanza femminile tra i quadri e nelle posizioni manageriali (esercizio precedente: 27 per cento). Il Gruppo bancario non ha quindi ancora raggiunto l’obiettivo prefissato di almeno il 30 per cento.

347

donne e 1’061 uomini siedono nei Consigli di amministrazione di Raiffeisen. Ogni Banca Raiffeisen è un’azienda indipendente e ha quindi un proprio Consiglio di amministrazione.

Raiffeisen pone l’uomo al centro e deve far parte dei dieci datori di lavoro più interessanti della Svizzera.

Daniel Morf
Responsabile Human Resources presso Raiffeisen Svizzera

27%

è la rappresentanza femminile tra i quadri e nelle posizioni manageriali (esercizio precedente: 27 per cento). Il Gruppo bancario non ha quindi ancora raggiunto l’obiettivo prefissato di almeno il 30 per cento.

347

donne e 1’061 uomini siedono nei Consigli di amministrazione di Raiffeisen. Ogni Banca Raiffeisen è un’azienda indipendente e ha quindi un proprio Consiglio di amministrazione.

Formare le giovani leve

Raiffeisen offre ai giovani posti di formazione per un solido ingresso nel mondo del lavoro: nel 2020 Raiffeisen ha impiegato apprendisti di dieci professioni, ha offerto ai titolari di un diploma di maturità l’occasione di svolgere un praticantato e ai laureati un programma per trainee o un praticantato universitario. A fine 2020 Ad agosto 2020 i primi dieci apprendisti KV4.0 hanno iniziato il loro terzo anno formativo, quello del praticantato. Jan Näf, apprendista di commercio della Banca Raiffeisen Regio Uzwil, racconta le sue esperienze. Dove ha avuto modo di svolgere il suo praticantato extra-aziendale? Ho lavorato come cuoco all’Hotel Uzwil. All’inizio il passaggio da impiegato di commercio a cuoco è stato difficile, visti gli orari di lavoro per me inusuali. Anche lavorare in cucina era faticoso. Tuttavia, il praticantato è stato un momento saliente della mia formazione. presso Raiffeisen lavoravano 714 persone (esercizio precedente 711) in una delle formazioni menzionate – il 45 per cento di esse era costituito da donne (esercizio precedente 45 per cento). Al termine del percorso di formazione gran parte delle giovani leve rimane presso Raiffeisen, continuando a perfezionarsi.

Nuovo modello di formazione per impiegati di commercio KV4.0

La Banca Raiffeisen Regio Uzwil e la Banca Raiffeisen Wil und Umgebung hanno concepito, insieme ad altre aziende della regione, un nuovo modello di formazione per impiegati di commercio: KV4.0 è un nuovo modello formativo strettamente orientato alle esigenze pratiche del lavoro quotidiano futuro. Il nuovo programma di formazione quadriennale comprende tra l’altro un cambio di prospettiva di nove settimane che permette di ampliare il proprio orizzonte con attività in altri settori o professioni. Gli apprendisti possono anche fare esperienze lavorative all’estero per 18 settimane.

714

sono gli apprendisti in formazione presso Raiffeisen (esercizio precedente 711).

16

sono i diversi apprendistati, praticantati per titolari di un diploma di maturità e programmi per laureati proposti da Raiffeisen.

Jan Näf
apprendista di commercio della Banca Raiffeisen Regio Uzwil
Breve intervista
Breve intervista

«Ho scoperto il mio lato creativo cucinando»

Ad agosto 2020 i primi dieci apprendisti KV4.0 hanno iniziato il loro terzo anno formativo, quello del praticantato. Jan Näf, apprendista di commercio della Banca Raiffeisen Regio Uzwil, racconta le sue esperienze.

Dove ha avuto modo di svolgere il suo praticantato extra-aziendale?

Ho lavorato come cuoco all’Hotel Uzwil. All’inizio il passaggio da impiegato di commercio a cuoco è stato difficile, visti gli orari di lavoro per me inusuali. Anche lavorare in cucina era faticoso. Tuttavia, il praticantato è stato un momento saliente della mia formazione.

Quali esperienze ha acquisito?

Durante queste nove settimane ho imparato molte cose nuove. Ho scoperto il mio lato creativo cucinando e anche sul piano personale ho sviluppato nuove competenze. Ho imparato a lavorare con calma e metodo in situazioni di stress.

Qual è la prossima tappa della sua formazione?

Dopo aver presentato a gennaio 2021 il nostro progetto pratico, sto ora trascorrendo il mio soggiorno all’estero a Malta. Sul posto svolgiamo per quattro mesi e mezzo un praticantato in diverse aziende, frequentando parallelamente la scuola. Sono sicuro che tornerò arricchito di numerose esperienze e con ottime conoscenze d’inglese.

Jan Näf
apprendista di commercio della Banca Raiffeisen Regio Uzwil

Ho imparato a lavorare con calma e metodo.

Jan Näf
apprendista di commercio della Banca Raiffeisen Regio Uzwil

Nuovi modelli per prospettive stimolanti

Modelli di lavoro flessibili, gestione della salute e un nuovo modello di remunerazione: nel 2020 Raiffeisen Svizzera ha lanciato diverse iniziative per moderne condizioni d’impiego.

La Direzione di Raiffeisen Svizzera vuole creare una cultura aziendale nella quale la diversità venga promossa e vissuta in modo consapevole. Questa decisione si basa su un sondaggio svolto a ottobre 2019 da una società di consulenza indipendente. Nel 2020 è stato lanciato il progetto «Balanced Organization» con i seguenti punti chiave:

Nuovo modello di remunerazione per Raiffeisen Svizzera

Raiffeisen Svizzera ha rivisto il proprio modello di remunerazione per i collaboratori nel 2020, orientandolo alla nuova Strategia: in futuro sarà in primo piano la prestazione collettiva del team. La remunerazione complessiva resta sostanzialmente allo stesso livello, mentre i versamenti di bonus individuali sono stati aboliti ed è stata introdotta una partecipazione agli utili collettiva, che per il singolo collaboratore – in funzione della sua remunerazione di base – si muove entro un intervallo percentuale a una cifra. Il nuovo modello di remunerazione è entrato in vigore il 1° gennaio 2021 e si applica anche alla Direzione di Raiffeisen Svizzera.

Introduzione di un nuovo modello FlexWork

Raiffeisen Svizzera promuove la cultura dell’home office già da alcuni anni. Dal 1° agosto 2020 essa ha introdotto il modello «Raiffeisen FlexWork». I collaboratori di Raiffeisen Svizzera, d’intesa con il proprio superiore e se la loro attività lo consente, possono lavorare fino all’80 per cento senza vincoli di luogo.

Vivere e lavorare in modo sano

Nel 2020, all’insegna del motto «Vivere e lavorare in modo sano» Raiffeisen Svizzera ha ridefinito la propria gestione della salute. «Vogliamo riuscire a individuare per tempo eventuali problemi di salute dei collaboratori, favorire vitalità e spirito di squadra e promuovere uno stile di vita e di lavoro sano, mettere in pratica i principi dirigenziali di Raiffeisen Svizzera e migliorare la nostra attrattiva quale datore di lavoro» afferma Daniel Morf, Responsabile Human Resources presso Raiffeisen Svizzera, spiegando gli obiettivi del programma. Nel 2020 Raiffeisen Svizzera ha, ad esempio, offerto a tutti i collaboratori, oltre alle giornate sulla salute digitali, una vaccinazione antinfluenzale gratuita e messo a loro disposizione un coach digitale per la salute.

Continua a leggere