Sostenibilità

Raiffeisen intende creare plusvalore mettendo in pratica i propri valori cooperativi con continuità e come azienda intende conseguire un successo economico duraturo che sia in sintonia con gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile.

«Vogliamo dimostrarci all'altezza della nostra responsabilità imprenditoriale e sociale contribuendo alla creazione di una piazza finanziaria sostenibile che vada a beneficio di tutti i nostri gruppi d'interesse.»

Heinz Huber

Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera

La sostenibilità è da sempre uno dei valori aziendali di Raiffeisen. Nella strategia del Gruppo «Raiffeisen 2025» la sostenibilità figura pertanto tra gli elementi costitutivi fondamentali. Raiffeisen si assume la responsabilità del suo operato e delle ripercussioni che le sue scelte possono avere sulla società e sull’ambiente. Sostenibilità significa per Raiffeisen consumare le risorse solo in una misura che non ne pregiudichi la disponibilità per le generazioni future. Raiffeisen struttura la propria attività in modo che sia conciliabile con uno sviluppo sostenibile. In termini concreti, questo significa che nelle decisioni sono sempre tenuti in considerazione gli aspetti ecologici, sociali ed economici. Raiffeisen vuole differenziarsi in quanto cooperativa sostenibile.

Strategia di sostenibilità

Nel 2020 è stata elaborata a livello di Gruppo una strategia di sostenibilità per l’attuazione concreta degli orientamenti sanciti dalla Strategia del Gruppo «Raiffeisen 2025», in consultazione con gruppi d’interesse interni ed esterni a Raiffeisen. La Direzione di Raiffeisen Svizzera ha approvato la strategia, che è stata anche sottoposta per conoscenza al Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera.
La strategia di sostenibilità sancisce dieci principi guida, in base ai quali Raiffeisen elabora i temi identificati come essenziali durante un'analisi approfondita. L'analisi di materialità è stata condotta per la prima volta nel 2018 e successivamente riveduta ogni anno. Nei principi guida del Gruppo Raiffeisen sono confluiti anche i Principles for Responsible Banking della United Nations Environment Finance Initiative (UNEP- FI). Anche gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite pertinenti per Raiffeisen sono stati integrati nei principi guida propri della Banca.

Obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite

Gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite, i Sustainable Development Goals (SDG), si rivolgono principalmente agli Stati ma sollecitano in realtà tutti gli attori a livello globale, affinché diano il loro apporto a favore di uno sviluppo sostenibile. Anche Raiffeisen vuole fare la sua parte come Banca con una quota di mercato molto elevata nel finanziamento di immobili. Il parco immobiliare finanziato da Raiffeisen provoca all'incirca un quarto delle emissioni di CO2 prodotte da immobili in Svizzera. Riguardano pertanto Raiffeisen soprattutto gli obiettivi SDG 7 «Energia pulita e accessibile» e SDG 13 «Lotta contro il cambiamento climatico». Siccome la protezione del clima è un tema a cui tiene molto, nel corso dell'anno Raiffeisen affronterà in maniera più approfondita gli obiettivi SDG succitati.
Con la sua strategia di sostenibilità, Raiffeisen crea i presupposti necessari a rafforzare la propria performance di sostenibilità. Questo significa essenzialmente rafforzare gli effetti positivi e ridurre quelli negativi.

Resoconto sui principi guida per la sostenibilità

Di seguito Raiffeisen illustra i progressi compiuti durante l'esercizio in rassegna nell'attuazione della strategia di sostenibilità e dei suoi dieci principi guida. In conformità ai requisiti di rendicontazione stabiliti dalla Global Reporting Initiative (GRI) si illustrano gli obiettivi che Raiffeisen persegue in relazione ai principi guida derivati dai temi fondamentali, le misure adottate nell'esercizio in rassegna e la ripartizione delle competenze. Sulla scorta dei diversi indicatori pubblicati nel presente capitolo e nello specifico allegato al rapporto di gestione 2021, è possibile valutare l'effetto ottenuto da Raiffeisen in termini di «sostenibilità» nei temi affrontati.

Fissare obiettivi strategici

Per migliorare con efficacia ed efficienza la performance di sostenibilità è necessario fissare degli obiettivi. Ispirandosi ai principi guida della strategia di sostenibilità, Raiffeisen si è dunque posta alcuni obiettivi concreti:
Durante la verifica annuale nell'esercizio in rassegna, gli stakeholder coinvolti hanno confermato i temi fondamentali e gli obiettivi di sostenibilità individuati.
Principio guidaObiettivi strategici
Fissare obiettivi strategiciTemi, obiettivi e azioni rilevanti dal punto di vista della sostenibilità vengono sottoposti a verifica annuale coinvolgendo gli stakeholder.
Rafforzare la governanceLa gestione della sostenibilità secondo ISO 26000 è consolidata a livello di Gruppo fino al 2021.
Coinvolgere stakeholder esterniRaiffeisen si impegna nelle iniziative e organizzazioni relative alla sostenibilità e per essa rilevanti.
Garantire trasparenzaComunicazione annuale sulla sostenibilità in linea con standard riconosciuti. Dal 2020 in conformità allo standard «comprehensive» della Global Reporting Initiative (GRI), Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD), United Nations Environment Programme Principles for Responsible Banking (UNEP-FI).
Rispettare il quadro giuridicoNessuna violazione di direttive e regole di condotta volontarie in relazione a informazioni su prodotti e servizi, riciclaggio di denaro, corruzione, delitti fiscali, prescrizioni sulla liquidità, privacy dei clienti, discriminazione.
Avere successo economico duraturoIl capitale cooperativo Raiffeisen viene remunerato equamente. Raiffeisen consegue un ottimo rating di credito.
Creare prodotti e servizi sostenibiliVerifica ESG sistematica di tutti i prodotti e servizi Raiffeisen e comunicazione delle informazioni rilevanti in termini di ESG dal 2022.
Costante ampliamento della gamma di prodotti e servizi dichiaratamente sostenibili.
Curare un rapporto aperto e corretto con i clientiDal sondaggio annuale tra la clientela si evince elevata soddisfazione riguardo a correttezza e trasparenza.
Contenere il cambiamento climaticoRaiffeisen fissa obiettivi climatici basati sull'evidenza scientifica.
Raiffeisen raggiungerà al massimo entro il 2050 «zero emissioni nette» di CO2 , mentre nell'attività centrerà questo obiettivo entro il 2030.
Promuovere competenze e diversità dei collaboratoriValutazione del fabbisogno di sviluppo personale per tutti i collaboratori Raiffeisen e a livello di azienda.
Raiffeisen misura e rafforza la diversità dei suoi collaboratori a tutti i livelli quadro.

Rafforzare la governance

Ai fini di una gestione efficace della sostenibilità sono importanti strutture organizzative, processi e competenze adeguati. Le competenze in tema di sostenibilità sono distribuite nel Gruppo Raiffeisen. A livello di Gruppo, Raiffeisen Svizzera è responsabile dell'orientamento strategico nell'ambito della sostenibilità, tiene conto dei fattori di sostenibilità nella gestione dei rischi e sviluppa la gamma di prodotti finanziari sostenibili. Le compete anche la gestione del portafoglio relativo ai mandati di gestione patrimoniale e la rappresentanza nei confronti di stakeholder esterni e dell'opinione pubblica in materia di tematiche relative alla sostenibilità. Raiffeisen Svizzera fornisce inoltre consulenza e supporto alle Banche Raiffeisen in materia di sostenibilità.
Il Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera e tutti i relativi Comitati si occupano delle tematiche relative alla sostenibilità del Gruppo. La Direzione di Raiffeisen Svizzera dà attuazione alle direttive del Consiglio di amministrazione. Il servizio Corporate Responsibility & Sostenibilità è di competenza del Presidente della Direzione di Raiffeisen Svizzera. Esso è competente in particolare per questioni strategiche e per la gestione della sostenibilità a livello di Gruppo ed è responsabile del rapporto sulla sostenibilità. Funge da ufficio di riferimento interno ed esterno e tramite progetti strategici fornisce impulsi per migliorare la performance di sostenibilità. Corporate Responsibility & Sostenibilità informa almeno due volte l'anno la Direzione e riferisce al Comitato strategia del Consiglio di amministrazione e al Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera.
Nell'esercizio in rassegna è stata ulteriormente consolidata la governance relativa alla gestione della sostenibilità:
  • La governance di Raiffeisen Svizzera è stata formalizzata nell'esercizio in rassegna con la redazione e la pubblicazione del manuale «Gestione della responsabilità imprenditoriale e della sostenibilità nel Gruppo Raiffeisen», riveduto dall'agenzia esterna INTEP. Il manuale fa riferimento principalmente alla norma non certificabile ISO 26000 e descrive le condizioni generali, i processi e le competenze per la gestione della sostenibilità nel Gruppo. In linea di principio, le 219 Banche Raiffeisen applicano localmente i criteri di sostenibilità sulla base di tale standard.
  • Per promuovere un'attività aziendale responsabile, dal 2020 il Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera impartisce ogni anno alcune direttive esplicite. Per quanto riguarda in particolare attività come la concessione di crediti, l'emissione di titoli, la negoziazione di metalli preziosi o le relazioni con i fornitori, Raiffeisen Svizzera non deve essere associata a gravi effetti negativi per l'ambiente e la società. Il processo di verifica della diligenza introdotto presso Raiffeisen Svizzera nel 2021 prevede la possibilità di riferire alla Direzione. Nel 2022 questo processo sarà esteso all'intero Gruppo. A partire dall'esercizio in rassegna, il servizio Corporate Responsibility & Sostenibilità è coinvolto nei processi di lancio di nuovi prodotti e servizi con il compito di verificare sistematicamente le loro ripercussioni sociali e ambientali.

Coinvolgere stakeholder esterni

Raiffeisen attribuisce grande importanza a un dialogo periodico e aperto con i propri stakeholder. Grazie alla propria struttura cooperativa e alla presenza locale, le Banche Raiffeisen sono naturalmente vicine alla propria clientela e strettamente legate agli attori locali con cui dialogano di continuo. A livello di Raiffeisen Svizzera, gli stakeholder interni ed esterni più importanti per il miglioramento della performance di sostenibilità sono invitati a un confronto almeno una volta l’anno. Nel 2021 questa è stata anche la cornice entro cui sono stati di nuovo verificati e confermati i temi fondamentali e la strategia. Sono stati approvati anche progetti strategici come l’orientamento dell’attività di investimento verso criteri di sostenibilità, la gestione della sostenibilità secondo ISO 26000 e l’introduzione della verifica di diligenza. Come Raiffeisen, anche i diversi gruppi d’interesse individuano in temi come la «biodiversità» e i «diritti umani» le sfide del futuro. Entrambi gli aspetti sono stati approfonditi da Raiffeisen nell’esercizio in rassegna. La protezione dei diritti umani viene affrontata nel manuale per la gestione della sostenibilità del Gruppo. Per la prima volta, la perdita di biodiversità è stata analizzata in termini di rischio.

Organizzazioni e iniziative nazionali e internazionali

Raiffeisen Svizzera ha istituzionalizzato lo scambio con diversi stakeholder tra l'altro attraverso l'adesione a organizzazioni e iniziative nazionali e internazionali. Raiffeisen Svizzera è membro delle seguenti organizzazioni: Swiss Sustainable Finance, Verband für nachhaltiges Wirtschaften (öbu) (Associazione per l'economia sostenibile), Fondazione svizzera per il clima, Green and Sustainable Finance Comitee della European Association of Co-Operative Banks e Swiss Better Gold Association. Per migliorare ulteriormente la performance di sostenibilità e raggiungere gli obiettivi strategici di sostenibilità, nel 2021 Raiffeisen ha sottoscritto i Principles for Responsible Banking (PRB) della United Nations Environment Programme Finance Initiative (UNEP-FI). Raiffeisen segue inoltre le raccomandazioni della Task Force on Climate-TCFD e nel 2021 ha aderito alla Partnership on Carbon Accounting Financials (PCAF). Da queste partecipazioni Raiffeisen ottiene impulsi strategici e operativi che rafforzano i suoi impegni strategici e i suoi orientamenti, in particolare per quanto concerne il cambiamento climatico e in relazione agli obblighi di rendicontazione.

Impegno a livello locale

Il radicamento a livello locale e quindi lo scambio con gli stakeholder locali e il loro sostegno in ambito di economia, cultura e sport costituiscono un principio di base del Gruppo Raiffeisen e ne caratterizzano il modello aziendale decentralizzato. L'impegno comune è volto all'obiettivo di una Svizzera sostenibile e ha effetti positivi sulla vita quotidiana di clienti e stakeholder esterni. Questo approccio si esprime soprattutto attraverso l'impegno di sponsoring e le donazioni che hanno l'effetto di rafforzare il marchio Raiffeisen in tutta la Svizzera. Nei fatti si traduce ad esempio nella promozione di circa 20'000 giovani leve dello sci. Raiffeisen è fortemente impegnata anche nella cultura, con il Passaporto musei svizzeri che garantisce l'ingresso gratuito in oltre 500 musei partner. L'impegno di sponsoring del Gruppo Raiffeisen ammonta a circa CHF 23 milioni l'anno. I contributi e le donazioni in ambito economico, sociale e culturale si elevano a loro volta a circa CHF 6 milioni. Con eroilocali.ch, Raiffeisen mette inoltre a disposizione dal 2017 una piattaforma gratuita per la raccolta di donazioni e il finanziamento di progetti locali. Grazie a eroilocali.ch, alla fine del 2021 erano state già raccolte donazioni per quasi CHF 30 milioni, destinate a finanziare più di 1'700 progetti. Raiffeisen intende anche consentire l'impegno responsabile dei propri collaboratori a favore di cultura, sport e società. Come stabilito da Raiffeisen nel Regolamento del personale, i collaboratori possono, previo accordo con i loro superiori, dedicare del tempo allo svolgimento di attività di utilità pubblica durante l'orario di lavoro.

Finanziamento trasparente dei partiti

Come già negli esercizi precedenti, anche in questo Raiffeisen ha contribuito al funzionamento del sistema politico svizzero con il suo finanziamento ai partiti. Il modello di finanziamento è trasparente: ogni anno Raiffeisen versa complessivamente CHF 246'000 a tutti i partiti rappresentati nell'Assemblea federale svizzera. Il denaro viene poi suddiviso in parti uguali tra Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati e in seguito suddiviso tra i partiti in base al numero di seggi. In tal modo si tiene conto dell'equivalenza delle due camere e dell'ordinamento politico-statale decentralizzato della Svizzera federale. I partiti non hanno alcun obbligo di rendiconto in merito all'utilizzo del denaro. Il versamento non è legato a favore politico o a scelte di voto.

Garantire trasparenza

La trasparenza è essenziale per il Gruppo Raiffeisen organizzato in forma di cooperativa. Nella comunicazione della performance di sostenibilità Raiffeisen intende soddisfare standard elevati. Oltre agli standard della GRI «comprehensive», che Raiffeisen osserva dal 2018, dal 2020 Raiffeisen si orienta anche ai Principles for Responsible Banking della UNEP-FI e alle raccomandazioni della TCFD. L'indice dei contenuti GRI con puntuali informazioni integrative, la comunicazione secondo la TCFD e un'interpretazione dei Principles for Responsible Banking sono consultabili nell'allegato al rapporto di gestione 2021.
Inoltre, in materia di standard e direttive di trasparenza specifiche in ambito di sostenibilità, Raiffeisen si riconosce nel marchio di qualità AA plus per l'e-banking della fondazione «Zugang für alle» (Accesso per tutti) e nel Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili.
Il miglioramento della performance di sostenibilità e la relativa rendicontazione trasparente hanno ricadute positive. Nel secondo studio sulla sostenibilità delle 15 principali banche retail svizzere condotto da WWF Svizzera in collaborazione con PricewaterhouseCoopers SA (PwC), il Gruppo Raiffeisen ha conquistato un posto nel gruppo di punta nonostante fossero stati applicati criteri più severi rispetto allo studio precedente; Raiffeisen è stato definito un Gruppo sostenibile e «in linea con i tempi». Per la prima volta ha inoltre ottenuto lo status «Prime» nel relativo rating ISS ESG dell'agenzia per la sostenibilità che fa capo alla società di consulenza per l'esercizio dei diritti di voto ISS Institutional Shareholder Services, collocandosi quindi nel dieci per cento migliore del gruppo di riferimento. Il rating è basato sulle informazioni fornite da Raiffeisen Svizzera per l'intero Gruppo.

Rispettare il quadro giuridico

Raiffeisen è un'impresa cooperativa orientata al mercato svizzero e rispetta l'ordinamento giuridico svizzero e i diritti umani, gli standard ambientali fondamentali e i principi dell'economia di mercato.

Compliance

L'attività bancaria in Svizzera è fortemente regolamentata. Nell'attuazione di disposizioni normative il Gruppo Raiffeisen si attiene alle leggi, agli standard e ai processi della piazza finanziaria. Tutti i collaboratori fanno in modo di garantire sotto la propria responsabilità, nell'ambito delle direttive e dei processi a loro direttamente applicabili, la compliance nel proprio campo di attività e di evitare rischi di compliance. Informano di eventuali irregolarità il settore Legal & Compliance di Raiffeisen Svizzera o l'incaricato compliance competente della loro Banca Raiffeisen. I rischi vengono identificati, valutati e documentati. Si definiscono i necessari meccanismi di gestione. Il settore Legal & Compliance di Raiffeisen Svizzera sorveglia l'andamento dei rischi legali a livello di Gruppo, riferendone a cadenza semestrale alla Direzione di Raiffeisen Svizzera e al Comitato di rischio e a cadenza annuale all'intero Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera.

Lotta alla corruzione

Una grande importanza è attribuita dal Regolatore in particolare alla lotta contro corruzione, riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo. La corruzione mette in pericolo lo stato di diritto e favorisce inefficienza e distorsione della concorrenza. Il Gruppo Raiffeisen intende prevenire eventuali casi di corruzione adottando misure di prevenzione. Le responsabilità in materia di prevenzione della corruzione sono definite a tutti i livelli, ancorate in direttive interne e assunte nei rispettivi raggi di attività dalle singole Banche Raiffeisen. Si applicano severe direttive interne per le relazioni d'affari con persone esposte politicamente, per la lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo nonché per l'osservanza delle leggi vigenti in materia di sanzioni economiche e commerciali. Dell'attuazione della prevenzione del riciclaggio di denaro, oltre a Raiffeisen Svizzera, sono responsabili anche le Banche Raiffeisen. In ogni Banca Raiffeisen vi è un incaricato compliance e un responsabile CDB/LRD. Questi vengono formati ogni anno e supportati a livello specialistico nel loro lavoro da Raiffeisen Svizzera. In caso di sospetto di riciclaggio di denaro e/o finanziamento del terrorismo, le Banche Raiffeisen inoltrano, d'intesa con Raiffeisen Svizzera, comunicazioni di sospetto all'Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro. Raiffeisen Svizzera coordina le successive misure e supporta le Banche Raiffeisen nell'attuazione delle stesse. A tutti i collaboratori di Raiffeisen Svizzera, della Raiffeisen Cassa pensioni e a tutti i membri degli organi di controllo vengono trasmesse direttive interne in materia di conflitti d'interesse e di corruzione attiva e passiva quale parte del Regolamento del personale. I nuovi collaboratori vengono adeguatamente formati. Le Banche Raiffeisen riprendono l'approccio di Raiffeisen Svizzera oppure ne sviluppano uno alternativo equivalente. I partner commerciali da cui Raiffeisen acquista beni e/o servizi vengono inoltre informati in merito a strategie e misure per la lotta alla corruzione. I Presidenti delle Direzioni delle Banche Raiffeisen predispongono, secondo le direttive di Raiffeisen Svizzera, analisi periodiche dei rischi relativi al riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo e le trasmettono a Raiffeisen Svizzera. Il settore Legal & Compliance di Raiffeisen Svizzera sorveglia l'andamento a livello di Gruppo, notificando i rischi rilevanti con cadenza trimestrale al Comitato di rischio e al Consiglio di amministrazione di Raiffeisen Svizzera.

Acquisti

Nell'esercizio in rassegna Raiffeisen ha perfezionato il Codice dei fornitori, che è parte del Regolamento interno «Condotta operativa responsabile». Raiffeisen si aspetta che i fornitori e i loro collaboratori, come pure tutti i subfornitori e i rispettivi collaboratori aderiscano ai principi enunciati nel Codice. Uno dei principi più importanti riguarda il lavoro minorile. Non si devono impiegare giovani sotto i 15 anni e non ci si può avvalere di lavoro minorile tramite subappaltatori o fornitori.
La catena di fornitura di Raiffeisen si concentra, laddove possibile, prevalentemente sulla Svizzera, sia per quanto riguarda i prodotti finanziari di terzi sia gli acquisti per l'attività bancaria. Raiffeisen distribuisce, oltre a prodotti finanziari propri, anche quelli di fornitori terzi. Questi ultimi comprendono fondi di investimento, prodotti strutturati e investimenti diretti. Le principali voci di acquisto per il funzionamento della rete di uffici bancari sono immobili, hardware e software IT, servizi, mobilio e parco veicoli.
Raiffeisen verifica il rispetto del quadro giuridico in base a indici selezionati (si veda la tabella sottostante). Essa valuta positivamente i relativi risultati per l'esercizio in rassegna e non ravvisa pertanto alcuna urgente esigenza di intervento.

Compliance socioeconomica e lotta alla corruzione

Indicatore GRI2021
Compliance socioeconomica
Cospicue multe e sanzioni non pecuniarie dovute all'inosservanza di leggi e/o direttive in ambito sociale ed economico GRI 419-10
Lotta alla corruzione
Numero totale e percentuale di Banche Raiffeisen e succursali che hanno implementato meccanismi per il riconoscimento della corruzione GRI 205-1100%
Rischi rilevanti di corruzione individuati nell'ambito dell'attività di valutazione del rischioGRI 205-10
Numero totale e tipologia dei casi di corruzione confermatiGRI 205-30

Avere successo economico duraturo

Quale terzo Gruppo bancario della Svizzera, il Gruppo Raiffeisen conta alle sue dipendenze oltre 11'000 collaboratori, versa salari, contributi alla Cassa pensioni e imposte e sostiene organizzazioni e iniziative di pubblica utilità. Il Gruppo partecipa alla creazione di valore su scala locale, regionale e nazionale anche con i suoi prodotti e servizi finanziari e con i propri acquisti. A trarne vantaggio sono i soci, la clientela e la società intera. I soci ottengono, per determinate operazioni bancarie, condizioni particolarmente vantaggiose e usufruiscono di altre agevolazioni riservate a loro soltanto. I collaboratori Raiffeisen sono rimunerati in modo equo e conforme al mercato. La Cassa pensioni non intende scendere al di sotto di un grado di copertura del 100 per cento e fissa le basi tecniche in modo tale che anche alle future generazioni possano essere garantite rendite adeguate e sicure. Il Gruppo Raiffeisen paga in tutta la Svizzera imposte a livello comunale, cantonale e federale. Raiffeisen non beneficia né di fondi pubblici né di garanzie statali. Con il suo orientamento al successo economico duraturo, Raiffeisen intende essere per i propri stakeholder un partner affidabile e di lungo termine. I temi collegati alla prestazione economica di Raiffeisen sono molteplici e di diversa natura e sono pertanto seguiti da diverse istanze preposte del Gruppo Raiffeisen.
Per il Gruppo cooperativo Raiffeisen vale il principio secondo il quale l'utile e la crescita non devono essere massimizzati a tutti i costi, ma deve essere perseguito un risultato duraturo e sostenibile. La fornitura decentralizzata della prestazione economica da parte delle Banche Raiffeisen e di Raiffeisen Svizzera e l'orientamento al risultato duraturo e sostenibile sono direttamente connessi al modello del Gruppo Raiffeisen basato sull'autonomia delle Banche Raiffeisen. Come illustra il conto del valore aggiunto, la prestazione economica del Gruppo Raiffeisen nell'esercizio in rassegna è da considerarsi positiva.
Conto del valore aggiunto
In millioni di CHFIn percentuale
2020202120202021
Origine del valore aggiunto
Risultato societario (= ricavi netti)3'0603'383100.0100.0
Altri costi d’esercizio-480-50315.714.9
Ricavi straordinari690.20.3
Costi straordinari-2-1-0.1-0.0
Valore aggiunto lordo2'5842'88884.485.4
Rettifiche di valore su partecipazioni nonché ammortamenti su immobilizzazioni materiali e valori immateriali -274-21796.4
Variazioni di accantonamenti e altre rettifiche di valore nonché perdite-2-30.10.1
Valore aggiunto netto2'3082'66875.478.9
Ripartizione del valore aggiunto
Collaboratori (spese per il personale)1'3371'39257.952.2
Soci (remunerazione delle quote sociali: proposta all’AG)65672.82.5
Mano pubblica1191835.26.9
di cui imposte sul capitale e sul reddito1301445.65.4
di cui costituzione/scioglimento di accantonamenti per imposte latenti-1139-0.51.5
Rafforzamento delle riserve (autofinanziamento)7871'02634.138.5
Valore aggiunto distribuito2'3082'668100.0100.0

Conto del valore aggiunto – cifre chiave

unità20202021
Valore aggiunto lordo per ogni posto di lavoro a tempo pieno in migliaia di CHF1migliaia di CHF275301
Valore aggiunto netto per ogni posto di lavoro a tempo pieno in migliaia di CHF1migliaia di CHF246278
Posti di lavoro a tempo pieno (in media)numero9'3939'610
1 Calcolato sulla base del numero medio di collaboratori. Base dati: cifre chiave del Rapporto finanziario. Per il metodo di calcolo si veda anche la nota 1 nella tabella Il Gruppo Raiffeisen in cifre nella Relazione annuale Collaboratori.

Creare prodotti e servizi sostenibili

Fattori ecologici e sociali influiscono sui rischi e al tempo stesso rappresentano opportunità. Il Gruppo Raiffeisen considera questi fattori nel predisporre i propri prodotti e servizi finanziari e tiene conto al contempo della crescente esigenza della clientela di prodotti e servizi sostenibili.

Sensibilizzazione della clientela nelle operazioni ipotecarie

Per avere un quadro fedele dei bisogni dei clienti che richiedono nuovi prodotti e servizi, Raiffeisen svolge dal 2011 un sondaggio annuale sulle questioni climatiche ed energetiche, il «Barometro della clientela sulle energie rinnovabili». Nel 2021, questo sondaggio rappresentativo è stato condotto tra la popolazione svizzera con la collaborazione dell'Università di San Gallo e SvizzeraEnergia. I risultati dimostrano che la protezione del clima rimane una questione importante per nove intervistati su dieci. Una gran parte degli intervistati è disposta a investire in impianti termici ecologici, pannelli fotovoltaici o mobilità elettrica.
Raiffeisen ritiene che il proprio ruolo nella promozione della sostenibilità nelle operazioni ipotecarie consista principalmente nella sensibilizzazione della propria clientela al potenziale di aumento dell'efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni di CO2 nonché nell' illustrazione di relative soluzioni di finanziamento. Raiffeisen è stata la prima Banca ad aver integrato in modo sistematico la valutazione energetica degli immobili nella consulenza ipotecaria. Su questa base i clienti possono farsi un'idea dello stato energetico dei loro immobili. Grazie al Pianificatore di modernizzazione Raiffeisen RAImo possono determinare un eventuale accumulo degli oneri degli investimenti e simulare scenari di risanamento. Nel 2021, Raiffeisen ha sostenuto anche il programma federale «Calore rinnovabile» di SvizzeraEnergia. Il programma si propone di assistere con consulenze imparziali e professionali i proprietari di abitazione privati che intendono passare a sistemi di riscaldamento a base di energie rinnovabili. Raiffeisen è in tal senso partner strategico e apporta un importante know-how finanziario. Le Banche Raiffeisen e le succursali hanno inoltre offerto ai propri clienti, a prezzi vantaggiosi, la realizzazione di immagini termiche e la relativa analisi, così da illustrare loro il potenziale in termini di risparmio energetico.

Strumenti e iniziative di sensibilizzazione

201920202021
Risanamento energetico & sostenibilità climatica
CECE® Plus agevolati nell'esercizio in rassegna11464630
Immagini termiche nell'ambito di campagne concluse nell'esercizio in rassegna11'3007'8007'400
Consulenze e-Valo riguardo a efficienza energetica di immobili21'7951'1231'969
Pianificatore di modernizzazione Raiffeisen (RAImo)3001'882
1 Il programma è terminato a livello del Gruppo; alcune Banche Raiffeisen continuano ad attuarlo in forma autonoma.
2 Il numero delle consulenze è stato inferiore nel 2020 a causa della pandemia.
3 Il Pianificatore di modernizzazione Raiffeisen è una nuova offerta digitale dell'ecosistema Abitazione introdotta nel marzo 2021.

Sostenibilità ambientale e sociale della clientela aziendale

Anche nel settore Clientela aziendale Raiffeisen sensibilizza al tema della sostenibilità. Da quattro anni Raiffeisen conferisce premi regionali agli imprenditori, per i quali finora si sono candidate oltre 160 PMI. Tra i finalisti selezionati la giuria tecnica sceglie un vincitore per ciascun premio. Vengono premiate aziende che convincono per il loro modello aziendale accorto e responsabile. Le PMI socie di Raiffeisen ricevono inoltre una prima analisi gratuita di un consulente dell'Agenzia dell'energia per l'economia (AEnEC) su potenziali risparmi economici relativi all'energia.
Il 95.6 per cento della clientela aziendali di Raiffeisen è domiciliato in Svizzera. Oltre il 218‘000 clienti aziendali – prevalentemente PMI – ( tabella «Struttura della clientela») sono quindi regolamentati in modo relativamente efficace ed efficiente in questioni ecologiche, sociali e di governance. Raiffeisen è esposta in misura piuttosto ridotta al rischio che la clientela aziendale causi gravi effetti negativi su ambiente o società con la propria attività.

Approvvigionamento responsabile dell'oro

Raiffeisen offre alla clientela metalli preziosi come l'oro e l'argento. Nell'esercizio in rassegna è stato adottato l'approccio «responsibly sourced and traceable» nell'acquisto di oro per tutti i lingotti Raiffeisen. In questo modo è possibile tracciare esattamente la provenienza dell'oro e verificare la sostenibilità ambientale e sociale delle imprese coinvolte nella catena di fornitura. I clienti possono visualizzare online le informazioni sulla catena di fornitura dei lingotti d'oro di Raiffeisen.

Portafoglio prodotti di investimento e previdenza sostenibili

Raiffeisen offre ai clienti, dal lancio del primo fondo Raiffeisen Futura 20 anni fa e dal successivo ulteriore ampliamento della gamma di fondi, la possibilità di investire in modo coerentemente sostenibile depositi d’investimento e averi previdenziali. Dal 2013 tutta la clientela investimenti e previdenza viene consultata, nell’ambito del colloquio di consulenza e in occasione della verifica periodica della situazione, in merito alla propria affinità con il tema della sostenibilità e, su richiesta, può usufruire di una relativa consulenza. Nel 2019, la gamma di fondi per la previdenza è stata resa completamente sostenibile. Nel luglio 2021 è confluita in Futura pressoché l’intera gamma dei fondi d’investimento. I precedenti fondi non sostenibili sono stati fusi con i fondi Futura disponibili; nel caso dei fondi strategici, è stato effettuato un riposizionamento modificando la denominazione e introducendo una politica d’investimento sostenibile. La quota di fondi Futura rispetto ai volumi della totalità dei fondi Raiffeisen è così cresciuta all’incirca dal 71 per cento al 94 per cento. Nel 2021, il volume di fondi previdenziali e d’investimento Futura è aumentato di CHF 4.7 miliardi (rendimento incluso). Il volume dei mandati di gestione patrimoniale Futura è cresciuto del 166 per cento, attestandosi a CHF 1.4 miliardi nel periodo analizzato.
L'applicazione per la gestione patrimoniale digitale Raiffeisen Rio permette dall'aprile 2021 di investire in un portafoglio con un orientamento totalmente sostenibile. Gli utenti dell'app Raiffeisen Rio possono impostare anche un nuovo tema prioritario per la sostenibilità nel loro portafoglio da quando è stato introdotto il tema specifico «Green Energy». Seguiranno altri temi prioritari che enfatizzano l'aspetto della sostenibilità.
Per l'attività di analisi della sostenibilità che costituisce il fondamento delle soluzioni di investimento e previdenza Futura, Raiffeisen collabora con l'agenzia indipendente di rating Inrate.
L'approccio sostenibile attuale Futura di Raiffeisen si caratterizza per il fatto che vengono verificati gli effetti ecologici e sociali dei valori patrimoniali durante il loro intero ciclo di vita. Si tiene conto di quanto le aziende siano disposte e capaci di adottare misure efficaci per migliorare costantemente il loro bilancio di sostenibilità. A ogni settore viene attribuita una specifica ponderazione che tiene conto delle sue peculiarità ecologiche e sociali. I rigorosi requisiti di sostenibilità applicati ai fondi Futura sono abbinati a criteri di esclusione definiti che permettono di eliminare determinati rischi di investimento, quali ad esempio quelli relativi ad armamenti, tabacco, alcolici, energia nucleare o gioco d'azzardo. Anche i singoli Stati sono valutati in base ai criteri ambientali, sociali e di governance e selezionati in base a espliciti criteri di esclusione. Tra questi figurano ad esempio la pena di morte, la corruzione, le sanzioni economiche o le violazioni dei trattati internazionali. Per il Futura Immo Fonds, gli immobili vengono valutati secondo criteri di sostenibilità definiti, inclusa la qualità dell'ubicazione e abitativa nonché l'efficienza delle risorse.
Dall'autunno 2020, per tutti i – fondi d'investimento Raiffeisen Futura con una quota azionaria si garantisce l'esercizio attivo e sistematico dei diritti di voto. Per le azioni svizzere i fondi fanno riferimento alle raccomandazioni di Ethos, la fondazione svizzera per lo sviluppo sostenibile, per tutte le altre a quelle di Institutional Shareholder Services (ISS).
Per gli investitori Raiffeisen Svizzera ha immesso ad aprile 2019 il primo Sustainability Bond sul mercato svizzero dei capitali, con cui gli investitori possono investire in edilizia residenziale efficiente dal punto di vista energetico, a basse emissioni e di pubblica utilità.
Nell'esercizio in rassegna è stato introdotto il nuovo «Raiffeisen ETF – Solid Gold Responsibly Sourced & Traceable». L'ETF investe in oro acquistato adottando l'approccio «Responsibly Sourced & Traceable» che garantisce l'acquisto responsabile dell'oro e la trasparenza della relativa catena di fornitura.
Il costante afflusso di fondi della clientela in prodotti d'investimento sostenibili e l'interesse per una struttura sostenibile dei flussi finanziari si riflettono anche negli indici relativi a prodotti e servizi sostenibili, confermando Raiffeisen nella propria strategia di ampliamento della gamma di questi prodotti e servizi. In parallelo Raiffeisen si pone l'obiettivo di pubblicare regolarmente le informazioni pertinenti sulla sostenibilità di prodotti e servizi. Raiffeisen giudica positiva la collaborazione con partner esterni indipendenti nella verifica di valori patrimoniali e nell'esercizio del diritto di voto nel settore investimenti e previdenziale e intende mantenerla.

Prodotti con specifici benefici sociali ed ecologici

GRI FS 7, FS 8, FS 11Unità31.12.201931.12.202031.12.2021
Prodotti d'investimento
Fondi sostenibili (fondi Futura) in millioni di CHF7'753.58'725.713'545.8
Quota del volume di tutti i fondi Raiffeisenpercentuale67.771.694.7
Quota del volume di depositopercentuale20.521.927.9
Fondi di sviluppo1in millioni di CHF252.3194.5171.9
Quota del volume di depositopercentuale0,70,70,4
Prodotti strutturati con focus sulla sostenibilità in millioni di CHF12.315.440.5
Gestione patrimoniale Raiffeisen
Volume dei mandati di gestione patrimoniale sostenibile Futurain millioni di CHF253.2535.51'427,8
Quote di tutti i mandati di gestione patrimonialepercentuale19.222.321.9
Operazioni di leasing2
Leasing agevolato per investimenti sostitutivi per camion conformi allo standard Euro 6 sulle emissioni in millioni di CHF10.75.80.0
Quota dei camion sul volume totale leasingpercentuale8.67.50.0
Obbligazioni Raiffeisen
Raiffeisen Sustainability Bond3in millioni di CHF100.0100.0100.0
1 I fondi d'investimento di responsAbility Investments AG vengono qui riportati poiché Raiffeisen Svizzera ne detiene una partecipazione. I valori indicati si riferiscono al volume che si trova nei depositi cliente Raiffeisen. Questo valore di riferimento rappresenta la prestazione e la responsabilità di Raiffeisen nella distribuzione di fondi responsAbility.
2 Nel 2021, Leasing Raiffeisen si è concentrata su un portafoglio più vasto di immobili per quanto concerne il finanziamento in leasing sostenibile.
3 0.125% Sustainability Bond; rimborso il 7 maggio 2024 al valore nominale.
La Raiffeisen Cassa pensioni è un’unità giuridica indipendente e autonoma che amministra a titolo fiduciario gli averi previdenziali degli oltre 10’000 assicurati conformemente alla Legge federale sulla previdenza professionale e in base a criteri di sostenibilità.

Curare un rapporto aperto e corretto con i clienti

Fedele al proprio modello, il Gruppo Raiffeisen intrattiene relazioni d'affari con la clientela mettendo in pratica i propri valori di correttezza, affidabilità e trasparenza. Raiffeisen intrattiene quindi rapporti corretti, competenti e onesti con i propri clienti. In quest'ottica si impegna ad offrire prodotti semplici e comprensibili, con un rapporto qualità/prezzo equo e la massima trasparenza nella comunicazione dei prezzi. Solo in questo modo i clienti possono prendere decisioni essendo ben informati.

Struttura cliente (per domicilio, segmento, settore)

31.12.2021Numero in migliaiaQuota in %
Numero di clienti3'606100.0
Numero totale dei clienti privati e investimenti3'38894
Domicilio
Svizzera3'30597.6
paesi confinanti con la Svizzera672
altri160.5
Segmento
clientela privata3'01188.9
clientela investimenti37711.1
Numero dei clienti aziendali2186.05
Domicilio
Svizzera208.495.6
paesi confinanti con la Svizzera8.63.9
altri1.00.5
Segmento
lavoratori indipendenti68.131.2
piccole imprese117.553.9
imprese medio-grandi3.01.4
società immobiliari20.59.4
enti di diritto pubblico8.94.1

Trasparenza e correttezza

L'ambito finanziario è caratterizzato da elevata complessità. Di conseguenza il marketing dei prodotti per fornitori di servizi finanziari in Svizzera è fortemente regolamentato. Queste direttive vengono messe in pratica da Raiffeisen e promuovono correttezza e trasparenza. Inoltre, Raiffeisen applica delle autoregolamentazioni. All'interno del Gruppo Raiffeisen la competenza per questo tema spetta principalmente ai settori Marketing del dipartimento Banca Raiffeisen Services e al settore Consulenza & Distribuzione del dipartimento Prodotti & Investment Services. Laddove necessario, si tiene conto anche di regolamentazioni estere.
I clienti di Raiffeisen sono domiciliati al 97.6 per cento in Svizzera (si veda la tabella «Struttura della clientela»). Presso Raiffeisen, per ciascun segmento di clientela viene fondamentalmente fissata un’offerta di prodotti target, laddove i prodotti e i servizi non inclusi in essa devono essere offerti a clienti del relativo segmento solo su esplicita richiesta. In generale presso Raiffeisen vige il principio «la sicurezza prima della redditività e prima della crescita». I consulenti alla clientela vengono regolarmente formati in base a questi principi. Con questi presupposti, Raiffeisen ha messo a punto un’offerta di prodotti semplici, contraddistinti da un prezzo equo e un’elevata trasparenza. Si promuove in questo modo l’orientamento verso il cliente, la fiducia reciproca e rapporti duraturi con la clientela. Per verificare se correttezza e trasparenza siano garantite in misura sufficiente e come tali siano percepite dai clienti, dal 2020 Raiffeisen conduce sondaggi periodici presso la clientela. Ai clienti vengono poste domande concrete da cui si può evincere se ritengono che Raiffeisen si comporti correttamente con loro e li informi con trasparenza e chiarezza e se la Banca è vista come un’azienda sostenibile e responsabile. I risultati dimostrano che anche nel 2021 Raiffeisen è riuscita a distinguersi dalla concorrenza, essendo considerata un istituto finanziario sostenibile e responsabile superiore alla media. Questo giudizio non è stato espresso soltanto dalla clientela, ma anche dalla popolazione svizzera nel suo complesso. L’obiettivo è continuare a ottenere un elevato grado di soddisfazione.

Proteggere i dati dei clienti

Una menzione particolare, in relazione a un rapporto aperto e corretto con i clienti, spetta alla protezione dei loro dati. Le banche dispongono di dati sensibili dei clienti, alla cui protezione Raiffeisen attribuisce massima priorità. I clienti confidano nel fatto che la loro Banca rispetti queste direttive legali e regolamentari, gestisca i dati in modo responsabile e li protegga nel miglior modo possibile. Nel Gruppo Raiffeisen, Raiffeisen Svizzera, in virtù della responsabilità di sistema, è responsabile a livello centrale della protezione dei dati della clientela nel settore Compliance e utilizza un sistema di gestione per la sicurezza delle informazioni (ISMS) orientato allo standard ISO 27001. Lo scopo è garantire in ogni momento la riservatezza, l'integrità e la disponibilità delle informazioni. La sicurezza delle informazioni viene costantemente verificata e, quando necessario, rafforzata. Annualmente vengono realizzati diversi progetti per il rafforzamento della resistenza agli attacchi informatici. Raiffeisen Svizzera dispone anche di un incaricato alla protezione dei dati responsabile per tutto il Gruppo che garantisce che siano soddisfatti i criteri previsti dalla Legge svizzera sulla protezione dei dati. Le disposizioni concernenti la protezione e la sicurezza dei dati sono disciplinate in direttive interne. I requisiti in materia di dati della clientela sono conformi alla Legge sulla protezione dei dati e alle direttive della FINMA. Il Gruppo Raiffeisen adegua costantemente le proprie misure per la protezione dei dati dei clienti alla situazione attuale nell'ambito di un processo di miglioramento continuo. Nel 2021 sono stati ad esempio migliorati i criteri di filtro. È stato potenziato l'organico del team Information Security, che si occupa di contrastare la fuga di dati (Data Leakage Prevention DLP). Inoltre sono stati posti sotto osservazione altri processi, come ad esempio l'upload dei dati e la stampa dei file. Grazie all'introduzione di una funzionalità di blocco, le e-mail bloccate da DLP sono accessibili solo previa specifica autorizzazione interna. I corsi annuali obbligatori su consapevolezza e sensibilizzazione per la sicurezza informatica sono aggiornati e tenuti periodicamente.
La soddisfazione della clientela rilevata tramite sondaggio, il processo relativo ai reclami della clientela e il numero di violazioni delle norme in materia sono indici di eventuali carenze dei processi. Gli indici riportati nella tabella non evidenziano alcuna acuta necessità di intervento in materia di correttezza e trasparenza nelle relazioni cliente.

Marketing ed etichettatura nonché privacy dei clienti

Indicatore GRI20202021
Marketing ed etichettatura
Numero totale delle violazioni di direttive e/o regole di comportamento volontarie in relazione a informazioni su prodotti e servizi e all'etichettaturaGRI 417-200
Numero totale delle violazioni in relazione al marketingGRI 417-300
Privacy dei clienti
Reclami di terzi e autorità di vigilanzaGRI 418-101
Incidenti gravi registrati da Data Leakage Prevention (DLP) internaGRI 418-100
Allarmi registrati dal sistema interno di Data Leakage PreventionGRI 418-12'964'5715'939'2531
1 L'incremento è dovuto all'uso di filtri con criteri più ampi. Gli allarmi DLP vengono lanciati secondo un sistema di scoring sulla base delle regole preimpostate. Un allarme non significa automaticamente una violazione delle direttive.

Contenere il cambiamento climatico

La mancata riduzione delle emissioni di gas serra porta al surriscaldamento climatico con gravi e irrimediabili danni per uomo e ambiente. Le emissioni di CO2 prodotte dal Gruppo Raiffeisen sono dovute all'operatività delle sue 820 agenzie, ai trasporti necessari per persone e merci e ai processi che si svolgono a monte o a valle.

Riduzione delle emissioni dirette di CO2

Raiffeisen sostiene gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima, la svolta energetica e una Svizzera clima-neutrale. Raiffeisen persegue l’obiettivo di «zero emissioni nette» entro il 2050; per le emissioni dovute all’attività già entro il 2030. Raiffeisen ha ridotto le emissioni di CO2 (scope da 1 a 3 aggregati la tabella «Gestione aziendale responsabile») di oltre il 30 per cento rispetto al 2012. Nell’esercizio in rassegna le emissioni di CO2 sono state ridotte del 4,8 per cento rispetto all’esercizio precedente. Determinante a tal fine negli anni è stato soprattutto il rispetto di standard nei settori energia, mobilità, risorse e acquisti, verificando costantemente l’efficienza energetica e delle risorse di processi rilevanti dell’attività bancaria e sensibilizzando i collaboratori. Anche nel 2021, a seguito della pandemia da coronavirus, soprattutto per il mutato comportamento in materia di mobilità e per l’home office, si sono registrati ulteriori risparmi. Nell’esercizio corrente, Raiffeisen formulerà alcuni obiettivi climatici basati sull’evidenza scientifica.
Le restanti emissioni non riducibili, prodotte dall’attività di tutte le agenzie del Gruppo, dagli spostamenti per motivi di lavoro e dai processi a monte e a valle, sono compensate dal 2020. La compensazione ha luogo tramite cosiddetti crediti di CO2 (certificati CO2) derivanti da progetti destinati alla tutela del clima di un offerente esterno riconosciuto (South Pole), che evitano o riducono l’emissione di CO2 e soddisfano il cosiddetto «Gold Standard». L’acquisto di certificati CO2 è un investimento in progetti che senza questo finanziamento non potrebbero essere realizzati. Raiffeisen sostiene diversi progetti che promuovono il passaggio da combustibili fossili a energie rinnovabili, meritando per questo il marchio di «Azienda clima-neutrale» rilasciato da South Pole.
Il servizio Corporate Responsibility & Sostenibilità ha la competenza su questo tema e sulle misure contro il cambiamento climatico a livello del Gruppo e dirige ora anche l’ufficio tecnico Gestione ambientale. Esso è competente per il monitoraggio degli indici ambientali di gestione dell’intero Gruppo e si occupa anche del programma di incentivazione «Pro Futura», Parallelamente, i fondi interni Raiffeisen per il clima assegnano sovvenzioni per misure volte a incrementare l’efficienza energetica e a ridurre le emissioni di CO2. Il fondo interno per il clima di Raiffeisen concede incentivi finanziari per gli interventi mirati a un aumento dell’efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni di CO2. Raiffeisen aspira a utilizzare solo fonti energetiche rinnovabili per il riscaldamento del proprio parco immobiliare, evitando o sostituendo la corrente ottenuta da centrali nucleari o combustibili fossili. Le vetture acquistate devono rispettare i limiti di legge per le emissioni (pari a max 95 grammi di CO2/km per le autovetture private). In caso di nuove costruzioni e ristrutturazioni si favorisce un traffico pendolare a basse emissioni, ad esempio orientandosi ai trasporti pubblici. In generale Raiffeisen intende costantemente ridurre l’impronta ecologica.

Conoscere e misurare le emissioni finanziate

Oltre alle emissioni dovute al consumo energetico degli edifici e agli spostamenti di lavoro, Raiffeisen vuole conoscere anche l'entità delle proprie emissioni finanziate. Già a inizio 2019, Raiffeisen ha fatto valutare dal partner esterno TEP Energy l'impatto climatico dei propri finanziamenti ipotecari. Dalla ricerca è emerso che il parco edifici finanziato da Raiffeisen produce ogni anno 2.5 milioni di tonnellate di CO 2. Senza edifici industriali e agricoli il valore si riduce a circa 2.1  milioni di tonnellate di CO2 l'anno. In base a questi dati, il parco edifici finanziato tramite le ipoteche di Raiffeisen produce una quantità di CO2 lievemente inferiore rispetto al parco edifici complessivo della Svizzera. Le ragioni principali di ciò risiedono negli anni di costruzione più recenti degli edifici e nell'impiego relativamente meno frequente, dovuto all'ubicazione, di fonti di energia fossile. Anche nell'ambito del test di compatibilità climatica per il mercato finanziario svizzero introdotto alla fine del 2020 dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e dalla Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI), Raiffeisen ha fatto verificare le proprie emissioni derivanti dai finanziamenti ipotecari. Dal test è inoltre emerso che per gli investimenti in azioni e obbligazioni societarie, per i quali Raiffeisen è responsabile della decisione d'investimento, si investe in misura relativamente ridotta, rispettivamente del sei e del due per cento, in società di settori a elevate emissioni. Sono stati analizzati tutti gli investimenti in prodotti d'investimento e previdenziali Raiffeisen, gestione patrimoniale e investimenti propri.
Raiffeisen ha già verificato una prima volta nel 2019 la compatibilità climatica del portafoglio crediti della clientela aziendale. La base di questa indagine pilota è stata l’attribuzione interna dei singoli crediti secondo la «Nomenclatura generale delle attività economiche» dell’Ufficio federale di statistica (classificazione NOGA). La relativa verifica è stata ripetuta a fine 2021. Ne è emerso che secondo la classificazione NOGA circa l’1.6 per cento di tutti i crediti aziendali viene concesso a imprese operanti in settori a elevata produzione di CO2. Sono stati analizzati la produzione di elettricità, il trasporto merci su strada, il trasporto aereo, il trasporto navale, la produzione di cemento, calce e gesso nonché attività metallurgiche. Senza la produzione di energia elettrica, che in Svizzera genera relativamente poco CO2, con lo 0.8 per cento dell’intero portafoglio clientela aziendale risulta quindi molto meno dell’1 per cento. Non sono stati concessi, né allora né nell’esercizio in rassegna, crediti a imprese che estraggono carbone, petrolio o gas naturale o che gestiscono centrali a carbone.
Gestione aziendale responsabile
2019202020211
CategoriaUnitàarrotondatoTotaleTotaleVariazione
in %
per unità di
personale2
Energia per edificikWh68'051'00067'551'00065'636'000-36'583
ElettricakWh44'162'00043'772'00041'796'000-54'192
Energia termicakWh23'889'00023'779'00023'840'00002'391
Spstamenti di lavorokm16'634'00011'915'0009'718'000-18975
Trasporto pubblico (ferrovia, bus, tram)km5'952'0002'681'0002'140'000-20215
Traffico stradalekm
Traffico stradale autovetture privatekm2'941'0002'059'0001'645'000-20165
Traffico stradale autovetture dell' impresa km3'651'0002'648'0002'168'000-18217
Traffico stradale corrierikm3'375'0004'246'0003'406'000-20342
Traffico aereo passeggerikm60'00021'00011'000-481
Traffico aereo mercitkm655'000260'000347'0003335
Consumo di carta e acqua
Consumo di cartat880751699-70.07
Consumo di acquam3147'000144'000131'000-913.00
Emissioni di gas serra
da energia, trasporti,
carta e acqua3
t CO2 e12'95811'35710'812-51.08
Emissioni dirette di gas serra (scope 1)t CO2 e7'1326'3256'052-40.61
Emissioni indirette di gas serra (scope 2)t CO2 e344529613160.06
Altre emissioni indirette di gas serra (scope 3)t CO2 e5'4824'5034'147-80.42
1 Tutti i valori di questa tabella ambientale sono arrotondati a 1000; tale arrotondamento può essere causa di alcune discrepanze nei valori.
2 Calcolo in base ai dati della tabella Il Gruppo Raiffeisen in cifre nella Relazione annuale Collaboratori, escluse le società del Gruppo. Per il metodo di calcolo si veda anche la nota 1 nella tabella Il Gruppo Raiffeisen in cifre nella Relazione annuale Collaboratori.
3 Sono rilevate le principali fonti di emissioni. Le tre basi di rilevazione sono:
scope 1: emissioni dirette di gas serra da fonti fisse all'interno dell'azienda stessa, per esempio riscaldamento o veicoli propri;
scope 2: emissioni indirette di gas serra derivanti dalla generazione di energia all'esterno dell'azienda, per esempio energia elettrica e teleriscaldamento;
scope 3: altre emissioni indirette di gas serra all'esterno dell'azienda da processi a monte o a valle, per esempio viaggi d'affari in treno o fasi preliminari della fornitura di energia.
Ciascun indice rilevato viene annualizzato sulla base degli ultimi otto trimestri e attribuito alle unità organizzative rilevate in base agli equivalenti dell'occupazione a tempo pieno. In una fase successiva si procede alla proiezione degli indici annualizzati aggregati per Banca Raiffeisen. Vengono allestiti sulla base delle qualità peggiori, ad esempio «standard mix» per l'energia elettrica o «olio combustibile» per la produzione di calore. Fa eccezione la carta, il cui consumo totale viene riportato alla voce Raiffeisen Svizzera in corrispondenza di tipografie e fornitori. Il calcolo delle emissioni di gas serra si basa sui fattori di emissione degli indicatori 2015 dell'Associazione per la gestione ambientale e la sostenibilità negli istituti finanziari (Verein für Umweltmanagement, VfU).. I Raiffeisen Centri Imprenditoriali (RCI), Immo SA, Valyo SA e l'ex società del Gruppo Notenstein La Roche Banca Privata SA non sono presi in considerazione.
Le emissioni di CO2 finanziate dal Gruppo Raiffeisen sono quantificate dal 2021 e retroattivamente anche per il 2020 utilizzando lo standard della Partnership PCAF. La PCAF è un’iniziativa internazionale di aziende che mira a uniformare il sistema di compensazione del CO2 nel settore finanziario. Per il Gruppo Raiffeisen vengono prese in esame le emissioni collegate a ipoteche, immobili commerciali, crediti alle aziende e capitale proprio non quotato in borsa. I dati relativi alle prime due categorie sono illustrati nella tabella. I calcoli relativi ai crediti alla clientela aziendale sono stati eseguiti internamente, tuttavia i relativi dati non sono stati pubblicati nell’esercizio in rassegna in quanto non è stato possibile completare tempestivamente la verifica di plausibilità. Raiffeisen è in contatto con la PCAF su questo aspetto e la pubblicazione dei dati è prevista nel corso dell’esercizio 2022. Non sono invece considerate le altre categorie PCAF che sono estranee all’offerta del Gruppo oppure che rappresentano una frazione trascurabile delle emissioni totali. I dati forniti vanno interpretati tenendo conto della loro parziale incompletezza e del fatto che sono stati utilizzati nuovi tipi di standard.
Emissioni di CO2 finanziate secondo lo standard della
Partnership for Carbon Accounting Financials (PCAF)
Classe d'investimentoFinanziamenti
correnti1
(in milioni di CHF)
Emissioni degli
scope 1 e 2 (t CO2e)
Intensità
delle emissioni
(t CO2e/mio. CHF)
Copertura (%)Punteggio
qualità dei dati
(1 alta, 5 bassa)
2020
Ipoteche115‘253509‘4004.41004
Immobili commerciali73‘696513‘3007,0944
2021
Ipoteche119‘140512‘3004.31004
Immobili commerciali76‘167524‘1006.9944
1 I finanziamenti correnti sono stati selezionati e aggregati in conformità allo standard PCAF. Le definizioni impiegate si discostano da quelle normalmente utilizzate da Raiffeisen.

I fattori ESG nella misurazione del rischio

Raiffeisen non intende i fattori ESG, ossia i fattori relativi ad aspetti ambientali (Environmental), sociali (Social) e di conduzione aziendale (Governance), come una categoria di rischio a sé stante, bensì come elementi che possono influire sugli altri tipi di rischio. In base a questa impostazione, i fattori ESG possono essere integrati nel sistema esistente di gestione del rischio di Raiffeisen e quindi considerati nella strategia di rischio, nella propensione al rischio e nella politica di rischio del Gruppo Raiffeisen. I fattori ESG che influiscono sul rischio sono opportunamente osservati e monitorati da Raiffeisen con cadenza periodica.
Analisi qualitativa
Già nel 2020, Raiffeisen si è avvalsa della società esterna di consulenza ZEB per includere il fattore del cambiamento climatico in un'approfondita analisi qualitativa e valutare quindi il suo impatto sulle tipologie di rischio esistenti. Nell'esercizio in rassegna, Raiffeisen è ricorsa nuovamente a un aiuto esterno per eseguire la medesima analisi anche per tutti gli altri fattori ESG rilevanti, approfondendo in particolare l'aspetto della perdita di biodiversità. L'analisi degli effetti ha evidenziato che per i fattori ESG esaminati non è necessario fornire ulteriori quantificazioni del rischio. Questi fattori sono infatti già adeguatamente considerati nella gestione del rischio, oppure il loro effetto sulle tipologie di rischio è giudicato trascurabile per Raiffeisen.
Rischi finanziari associati al clima
In relazione al cambiamento climatico, a integrazione dell’analisi degli effetti qualitativi è stata condotta nell’esercizio in rassegna anche una quantificazione del rischio basata su ulteriori analisi di scenari relativi ai rischi climatici fisici e transitori. In avvenire, la quantificazione del rischio sarà periodicamente verificata e affinata. Informazioni dettagliate sulla gestione dei rischi finanziari associati al clima e le loro opportunità sono disponibili nella comunicazione redatta secondo le raccomandazioni della TCFD disponibile nell’allegato al rapporto di gestione 2021.

Promuovere competenze e diversità dei collaboratori

Cambiamento e trasformazione culturale sono un elemento importante della Strategia «Raiffeisen 2025». La promozione delle competenze e della diversità dei collaboratori è anche un obiettivo fondamentale della strategia di sostenibilità. Nell'esercizio in rassegna sono state adottate diverse misure volte a promuovere una cultura aziendale in cui la diversità e le pari opportunità siano vissute e promosse in modo consapevole.

Ulteriori informazioni

L'Indice dei contenuti GRI, la comunicazione secondo le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD) – Gestione di rischi e opportunità rilevanti per il clima, il resoconto basato sugli UNEP Principles for Responsible Banking e le informazioni dettagliate sui calcoli PCAF sono disponibili per il download in formato PDF al seguente link: